Intervenuto nel corso della conferenza stampa "Match fixing: prevenzione e legalità in ambito europeo e italiano", il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi ha chiarito la "questione Federbet", nata dopo l'annuncio di collaborazione con l'Udinese, quando Confindustria Sistema Gioco Italia ha ricordato che Federbet non ha titolo per fornire servizi antifrode al calcio italiano: "Lo ha fatto l’Udinese ma lo ho fatto anche io: l’accordo fra Udinese, Sampdoria, Torneo di Viareggio e Federbet nasce da presupposti condivisibili. A noi si è presentato un operatore che ha giocato su una zona grigia, sono questioni tecniche che una società di calcio magari non conosce, ecco perché serve più collaborazione", le parole riportate da Agipronews, "Ormai l’equivoco è chiarito, da parte nostra non abbiamo altro obiettivo che collaborare con operatori legali".

Sezione: Notizie / Data: Mer 26 febbraio 2014 alle 17:15
Autore: Francesco Digilio / Twitter: @@FDigilio
vedi letture
Print