In una stagione con così poche soddisfazioni e ormai, a tre giornate dalla fine, senza alcuni stimolo, all'Udinese è tempo di bilanci. Una delle poche note liete del campionato friulano e la conferma del talento di Bruno Fernandes. Il portoghese, dallo stage con la propria nazionale U-20, fa il punto sull'Udinese, cercando di tirare fuori le giuste motivazioni per queste ultime tre gare: "La chiamata al Sub 20 é il frutto del lavoro fatto in Italia: quest'anno con l'Udinese ho segnato cinque reti, lo scorso anno a Novara ho fatto un buon campionato. Voglio continuare a fare bene in Nazionale e nel mio club, per assicurarmi la chiamata per il Torneo di Tolone. E' una competizione importante che consente di dimostrare le proprie capacità individuali." A proposito dello stage, alla stampa portoghese racconta che "Ho notato che in questa fase di pochi giorni , abbiamo lavorato molto , come facciamo in Italia , sugli aspetti tattici . La più grande differenza è che noi in Nazionale rappresentiamo il nostro paese . E' un grande orgoglio e il sogno di ogni giocatore quello di giocare nella squadra nazionale ".

Sezione: Notizie / Data: Gio 01 maggio 2014 alle 09:30
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print