Due vittorie, cinque gol fatti e zero subiti permettono all'Udinese di respirare ed allontanarsi dalle zone pericolose della classifica. Due vittorie consecutive, mai arrivate in campionato in questa stagione. Sprazzi di vera Udinese, quella delle tre qualificazioni consecutive in Europa, quella delle tre stagioni dei "miracoli", come sono state definite da Guidolin, che a Firenze si gioca una partita che potrebbe valere la storia. Ma, ritornando al campionato, dopo la sconfitta di Parma la zona rossa era distante soli 3 punti, quelli che separavano i bianconeri dal Sassuolo, terzultimo. Poi è arrivata la bella vittoria di Bologna, in quello che era il crocevia della stagione: risollevarsi o sprofondare. E i ragazzi di Guidolin si sono ritrovati come squadra e non hanno sbagliato, regalandosi e regalando ai tifosi bianconeri tre punti fondamentali, che, viste le sconfitte delle squadre in zona retrocessione, hanno permesso di salire a +6 sulla zona rossa. Questo fine settimana è stato ancora una volta favorevole alle zebrette: Di Natale&Co. hanno battuto il Chievo in quello che era un altro importante scontro salvezza e, approfittando degli stop di tutte le squadre (ad eccezione del Bologna) che erano più in basso in classifica, sono saliti a +9 sulla zona retrocessione. Ora è vietato rilassarsi. Dopo la gara contro la Fiorentina, che vale tanto, tantissimo, quasi un'intera stagione, bisognerà riconcentrarsi sul campionato, comunque vada la sfida contro i viola, perché già da domenica ci sarà una sfida insidiosa, a Genova, contro i rossoblu di Gasperini e bisognerà continuare a guadagnare sulla zona rossa, quella zona che tutti i tifosi bianconeri, grazie a mister Guidolin, non sanno cos'è ormai da anni.

Sezione: Notizie / Data: Lun 10 febbraio 2014 alle 19:15
Autore: Francesco Digilio / Twitter: @@FDigilio
vedi letture
Print