l avversario

Udinese-Spezia 0-2, LE PAGELLE DEGLI AVVERSARI: vittoria storica meritata in terra friulana

Udinese-Spezia 0-2, LE PAGELLE DEGLI AVVERSARI: vittoria storica meritata in terra friulana

La prima storica vittoria in serie A. Lo Spezia vince 2-0 contro l'Udinese, in dieci uomini dopo l'espulsione di Terzi: una prova davvero incredibile che porta la squadra di Italiano al primo successo nel massimo campionato....

Stefano Pontoni

La prima storica vittoria in serie A. Lo Spezia vince 2-0 contro l'Udinese, in dieci uomini dopo l'espulsione di Terzi: una prova davvero incredibile che porta la squadra di Italiano al primo successo nel massimo campionato.

Zoet 5,5 - Non ha molto lavoro da compiere, l’unica parata arriva nel primo tempo sul cross di Samir, ma l’intervento è da rivedere. Esce per via di un problema muscolare. (dal 63’ Rafael 7 - Entra in campo e chiude la porta in faccia a Lasagna. Poi si inventa anche assist-man lanciando Galabinov nello spazio).

Ferrer 6 - Non si sgancia molto anche perché soffre la fisicità degli avversari. Col passare dei minuti cresce e ci mette la giusta cattiveria, come tutta la linea. 

Chabot 6,5 - Partita da applausi, intercetta tutti i palloni alti che spiovono in area di rigore. Sempre attento, concede poco e nulla agli attaccanti bianconeri. 

Terzi 6 - Mezzo voto in meno per il cartellino rosso, il secondo giallo poteva evitarlo: nel complesso gioca un'ottima partita in lettura, anticipando spesso le giocate dei padroni di casa. 

Ramos 6,5 - Qualche sbavatura in fase di impostazione, ma quando deve spingere lo fa con costanza e precisione. Diventa un giocatore in più soprattutto in fase offensiva. 

Deiola 6 - Si sacrifica molto in fase di non possesso, aiutando la squadra nella pressione sul portatore di palla. Quando ha l’occasione prova anche il tiro in porta, senza fortuna. (dal 52’ Bartolomei 6 - Entra bene in campo, aiuta la squadra soprattutto con l'uomo in meno).

Ricci 6,5 - Inizia molto bene la sfida segnando il gol che sblocca il punteggio, ma il VAR gli nega la gioia personale. Per il resto della sfida recupera palloni in mezzo al campo, intercettando tutto ciò che si muove in mediana. 

Maggiore 6 - Ogni accelerazione crea problemi alla difesa bianconera. Si inserisce coi tempi giusti, costringendo i friulani a rimanere con la linea difensiva bassa. (dal 67’ Pobega 6 -Aggredisce il pallone sin dai primi minuti, gioca sacrificandosi e aiutando i compagni di reparto).

Verde 6 - Nel primo tempo trova maggiori spazi sulla destra, ingaggia un bel duello con Samir. Aiuta la squadra in ripiegamento, ma nella ripresa finisce la benzina. (dal 67’ Farias 6 - La qualità non si discute, compie un paio di giocate d'esperienza che aiutano lo Spezia ad entrare nella storia).

Galabinov 7,5 - Tocca due palloni e segna due gol. Esperienza e qualità, ma la cosa più difficile la fa in pieno recupero: dopo una partita di sacrificio parte in velocità e dopo 40 metri di corsa non sbaglia. 

Gyasi 6,5 - Accelerazione notevole e tanta corsa sulla corsia di competenza, manda spesso fuori giri Becao. Suo il cross per la rete di Galabinov. (dal 67’ Erlic 6 - Non brilla molto, anche perché non ha molto spazio per provare l'accelerazione. La prova rimane comunque sufficiente, dà maggior respiro ai suoi).

Vincenzo Italiano 6,5 - Gestisce bene i cinque cambi, anche con l'uomo in meno e con la partita in mano urla e sbraita. Telecomanda i suoi, trasmettendo la giusta carica.