Udinese-Lazio 0-0, LE PAGELLE DEGLI AVVERSARI: il migliore è Strakosha, biancocelesti che dopo 40 minuti si spengono

16.07.2020 01:54 di Redazione TuttoUdinese   Vedi letture

Quando il migliore in campo è il portiere qualcosa vuol dire. Non è la Lazio che avevamo ammirato nei mesi scorsi. I biancocelesti al Friuli giocano per 40 minuti, poi si spengono. Solo l'ottimo Strakosha permette di uscire con un punticino.

Strakosha 7 - Nel primo tempo deve controllare un tiro - alto - di De Paul, oltre a una incursione di Becao che probabilmente finirebbe comunque sul fondo (alla peggio sul palo). Nella ripresa invece esce bene su Lasagna, compiendo un mezzo miracolo.

Luiz Felipe 6,5 - Prende un giallo al primo intervento, arrivando decisamente in ritardo. Okaka potrebbe puntarlo spesso, ma sembra avere qualche difficoltà. Salva però su una conclusione di Lasagna, prima di farsi uccellare in campo aperto (dal 74' Cataldi s.v.).

Acerbi 6 - Nella prima frazione ha il problema di tenere Lasagna, gazzella che prova scorribande. Sull'accelerazione può far fatica, per il resto no.

Radu 5,5 - Situazione simile ai compagni, prende un pestone subito da Okaka. Quando viene puntato rischia (dal 51' Bastos 6 - Prova con una giocata a cambiare il risultato, non ci riesce)

Lazzari 6,5 - Il migliore in campo nel primo tempo, perché Ken Sema ha delle grosse difficoltà a tenerlo. Un paio di cross di alto livello (dal 79' Anderson s.v.).

Milinkovic-Savic 5,5 - Più di manovra e di governo che per inserimenti e furore agonistico. La sua presenza si fa sentire pochino.

Parolo 6 - L'Udinese lascia ampio spazio per ragionare, almeno fino alla trequarti di campo.

Luis Alberto 5,5 - Nei primi venti minuti è un fattore, perché inventa e calcia verso Musso, non sempre con la stessa incidenza. Poi però si eclissa come tutta la squadra.

Jony 5 - Non ci sono grandi spunti, in compenso regala un pallone sanguinoso a Lasagna per una ripartenza (dal 51' Lukaku 5,5 - Cerca di muovere Stryger Larsen, riuscendoci davvero poco).

Caicedo 5 - Cerca più volte di battagliare ora con De Maio, ora con Nuytinck. Ma è macchinoso, anche più degli avversari, e non è semplice (dal 79' Adekanye s.v.).

Immobile 4,5 - Si divora la prima occasione del match su bella imbeccata di Lazzari. Non è una partita per lui, perché la linea difensiva è troppo a ridosso dell'area di rigore.

Inzaghi 5 - Ha gli uomini contati, ma non sa più vincere. Anzi, la sua squadra non riesce più a tirare in porta.