Domani a Verona l'Udinese incontrerà Antonin Barak. Il centrocampista ceco, che la società bianconera invano ha cercato in tutti i modi di convincere a restare, ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

"Ho sempre creduto nelle mie qualità e di essere il giocatore giusto per la squadra in cui sono. A Lecce volevo fare bene subito, Liverani mi ha insegnato tanto, non lo potrò dimenticare. Non meritavamo di retrocedere. A Udine la prima parte invece è stata complicata dopo aver recuperato dall’infortunio alla schiena. Avevo perso una stagione e quando sono rientrato si era rotto qualcosa tra me e la società, il percorso era finito. Comunque ringrazio l’Udinese perché mi ha portato in Italia. Se esulto in caso di gol? Sì, non è mancanza di rispetto, non ci vedo niente di male”.

Sezione: Gli ex / Data: Sab 26 settembre 2020 alle 09:04
Autore: Jessy Specogna
Vedi letture
Print