focus

L’Apu si gioca il rilancio contro Orzinuovi

L’Apu si gioca il rilancio contro Orzinuovi

Ferita e incerottata, l'Old Wild West Apu Udine oggi, alle 18 (arbitri il fiorentino Duccio Maschio, il brindisino Antonio Bartolomeo di Cellino San Marco e il pesarese Luca Bartolini di Fano; diretta su Udinese Tv e streaming su Lnp Pass per...

Valerio Morelli

Ferita e incerottata, l'Old Wild West Apu Udine oggi, alle 18 (arbitri il fiorentino Duccio Maschio, il brindisino Antonio Bartolomeo di Cellino San Marco e il pesarese Luca Bartolini di Fano; diretta su Udinese Tv e streaming su Lnp Pass per abbonati), a Orzinuovi (Brescia) contro l'Agribertocchi si gioca il rilancio nella penultima di ritorno del girone verde di serie A2. Ferita dovrebbe essere nell'orgoglio per il nulla di fatto nella doppia trasferta in casa Bertram Tortona e Reale Mutua Torino, prima e seconda forza del campionato. A ferire dovrebbe essere, oltre alla sconfitta alla distanza ospite della capolista da inizio torneo e a quella per distacco contro i cinque ex udinesi coach Demis Cavina, il lungo dominante Ousmane Diop, il cecchino figlio d'arte Mirza Alibegovic e i play Lorenzo Penna e Franko Bushati, il fatto che le accreditate corazzate piemontesi sono sùbito ricadute. Tortona contro l'Oww ha interrotto un filotto di 4 sconfitte nelle ultime 5 gare interne. Il primo dispiacere a domicilio, dopo 12 vittorie iniziali, glielo aveva inflitto la 2B Control Trapani, a seguire l'Urania Milano e l'Assigeco Piacenza, infine la Staff Mantova domenica scorsa dopo che neanche 72 ore prima si era riconciliata con il parquet amico contro l'Apu. Stessa solfa per Torino che dalla domenica al martedì, in poco più di 72 ore, è stata espugnata dalla Staff Mantova dopo il kot inflitto a capitan Michele Antonutti e compagni. Insomma, la banda di coach Matteo Boniciolli può dare di più nei presunti scontri al vertice e deve sentirsi ferita nell'orgoglio.

Incerottata è nella carne dopo le sfide con le piemontesi d'alta classifica, che ha giocato senza l'ala piccola Joseph Mobio scavigliato dal 28 febbraio in avvio con la Tezenis Verona al Carnera e il play-guardia Andrea Amato in riabilitazione dopo l'operazione di ernia del disco d'inizio febbraio. Nel garbage time che ha ridotto lo scarto all'83-74 finale, dopo il 76-59 rimediato in casa Bertram, a Torino l'Oww ha perso per il resto della stagione il play-guardia Federico Mussini che si è rotto il legamento crociato anteriore del ginocchio destro poggiando male la gamba in un'entrata a canestro. Mussini era stato ingaggiato per rimediare all'assenza del go-to guy Dominique Johnson contagiato e di Amato sùbito dopo lo stop per 59-73 nella decima d'andata a Udine contro la Reale Mutua, sfida stregata per i colori friulani. Oggi a Orzinuovi l'Apu riavrà Mobio recuperato dalla distorsione alla caviglia sinistra, mentre Amato è dato al rientro in squadra ad aprile. Contro l'Agribertocchi lo staff tecnico udinese farà di necessità virtù nel settore guardie dove il quasi giubilato Marco Giuri è il più in palla tanto da supplire pure al calante apporto balistico di DJ, Vittorio Nobile è rientrato da 4 gare con minutaggi ridotti dopo un mese d'assenza per infortunio muscolare a una coscia a Piacenza e il 2001 Matteo Schina, unico play puro, tiene sempre meglio il campo in A2 dove debutta. Lodovico Deangeli ritrova in ala piccola l'alter ego Mobio e può portare palla, DJ può fare il regista nella metà campo avversaria. Rinfrancatosi l'ala forte Antonutti dalla “virgola” contro Tortona con prova puntigliosa a Torino, nelle trasferte contro le piemontesi è ri-desaparecido il pivot Nana Foulland dopo il miracolo a Milano del suo finora unico ventello e contro Diop senegalese di Feletto, passato per l'Apu, il top fatto è stato aprirgli involontariamente una ferita al volto che l'ha tenuto fuori nella seconda metà del primo tempo. Per riscattare la sconfitta d'andata al supplementare per 72-76  con Orzinuovi degli ex delle ultime due stagioni Apu, il play triestino Marco Spanghero (19 punti e 5 assist un girone fa) e il centro udinese Giacomo Zilli (11 rimbalzi e una stoppata data), oggi servono pure il pivot Francesco Pellegrino e l'ala Nazzareno Italiano.

L'Agribertocchi, fresca di qualificazione alla Final eight di coppa Italia a Cervia il week end di Pasqua grazie alla vittoria a Milano per 87-99 nel recupero infrasettimanale, sarà un po' meno avvelenata. Per effetto del successo a Udine ha tolto il secondo posto alle spalle di Tortona all'Oww in attesa che si definisca l'ultima qualificata fra Torino e Capo d'Orlando. Buon per l'Apu, ferita e incerottata, che grazie allo slittamento al 25 aprile della seconda fase per fasce di merito giocherà uno a settimana gli ultimi quattro turni di ritorno: il 28 marzo con l'Edilnol Biella e, dopo la Coppa, l'11 aprile con Tortona e il 17 con Trapani sempre al Carnera dopo il filotto di 4 trasferte che chiude oggi a Orzinuovi. I play-off partiranno il 22 e 23 maggio con i quarti, prima dei quali forse si riaprirà una finestra di mercato. Il play Marco Portannese, testato a Udine in piena crisi da 6 sconfitte di fila, e l'ala piccola Arturs Strautins, già all'Apu la stagione scorsa, non sono al momento spendibili. Meglio concentrarsi su Orzinuovi, anche perché a Trapani ieri Verona vincendo 69-81 l'anticipo rivitalizzata da coach Alessandro Ramagli (7 vinte e 2 perse, in striscia positiva da 6 gare dopo il blitz a Udine) ex Oww, è terza dietro Tortona e Torino a +2 su un quartetto fra cui l'Apu.