Domenica si affronteranno Udinese e Lazio, proprietarie del cartellino di Antonio Candreva. Il centrocampista delle Nazionale è tra i giocatori italiani più forti della nostra serie A e molti sono i club, sopratutto esteri, Liverpool su tutti, che monitorano la sua situazione in attesa di fare poi qualche offerta. Nei mesi scorsi le dichairazioni Giretta sono sempre state quelle di rispettare la volontà del giocatore e di dare precedenza sull'affare alla Lazio. Dopo tre mesi, l’ipotesi di una “soluzione veloce” però è da considerare archiavata. Le due dirigenze che nell'ultimo periodo non hanno avuto occasione per aggiornare il quadro, proprio domenica potrebbero scambiarsi due parole al riguardo. Lo stato attuale racconta di una volontà comune di trovare l’accordo, una comunione d’intenti sempre confermata a livello verbale. Ma finché non si vede ombra di nero su bianco, di strette di mano seguite da stilografiche che firmano, la situazione di Candreva rimane sempre divisa a metà. L'intenzione dei Pozzo infatti frena la trattativa: i vertici bianconeri vogliono monetizzare il più possibile la cessione e l'offerta della Lazio non va in questo senso. L'Udinese quindi potrebbe non accettare le proposte biancocelesti ed andare alla buste con l'intenzione di aggiudicarsi l'intero cartellino, per poi rivenderlo ad un prezzo elevato sul mercato internazionale. 

Sezione: Calciomercato / Data: Gio 16 gennaio 2014 alle 09:30
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print