Uno dei problemi maggiori dell'Udinese di questa stagione è senza dubbio il reparto arretrato. La difesa non è quella solida delle passate stagioni, i gol subiti arrivano sempre con troppa regolarità e gli interpreti non stanno rendendo come il dovuto. In più una miriade di errori che stanno condannado l'Udinese alle zone più infernali della classifica. Danilo e Domizzi sembrano solo dei lontani parenti di quelli delle passate stagioni. Il brasiliano forse è rimasto distratto dal mercato che quest'estate lo vedeva vestire le maglie delle grandi squadre. Ora non lascerà Udine anche perché per lui di offerte concrete non ce ne sono. Domizzi invece comincia a sentire il peso degli anni. L'età avanza e la forma non è più la stessa. Heurtaux, il miglior difensore dell'Udinese fino ad oggi, è corteggiato da molte squadre italiane, come Juve e Napoli. Soprattutto i partenopei, alla disperata ricerca di un difensore di livello per la lotta Champions, potrebbero sferrare un'offensiva già in questi ultimi giorni di mercato. Se l'offerta sarà adeguata Pozzo non dirà di no, figuriamoci. Ieri ha giocato Bubnjic che non ha fatto male e porrebbe rappresentare un innesto interno per Guidolin. In uscita invece Naldo e Neuton. Il primo non ha entusiamato nelle occasioni che è stato schierato da titolare, il secondo è ormai da due anni un oggetto misterioso, ora infortunato, dal quale è meglio liberarsene subito. Sarebbero davvero necessari degli innesti. Almeno un dinfensore di ruolo e di esperienza che possa dare una mano e far tirare fiato ai tre onnipresenti. In entrata però non arriverà nessuno. Utopico perfino pensare al ritorno di Angella dall'Inghilterra. Capitolo a parte per i portieri. Anche ieri Brkic ha commesso un alto grave errore, regalando un gol facile al Parma. Ormai sono molte le "papere" di questo portiere che da tutto fuorché affidabilità. Per lui si parlava di Fiorentina ma ora come ora tutto tace. Difficile che possa lasciare Udine adesso, così come il suo secondo, il croato Kelava, altro estremo difensore che fa dell'incertezza la sua qualità maggiore. In queste giorni anche in questo reparto non si muoverà nulla e la società penserà solo a sistemare gli esuberi come Benussi che dovrebbe essere girato al Padova. Per Agazzi l'Udinese si è defilata, rinunciando a trattare dopo il no di Cellino allo scambio con Kelava. Ora come ora i tifosi invocano il debutto del friulano Scuffett, giovanissimo portiere della. Primavera ed uno dei migliori al mondo della sua età. 

Sezione: Calciomercato / Data: Lun 27 gennaio 2014 alle 09:15
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print