La Delser Crich Lbs Udine (Peresson 14 punti e Cvijanovic 12) momentanea capolista, dopo avere chiuso l'andata in testa ed essersi qualificata da prima per la Final eight di coppa Italia a Brescia in cui poi ha perso soltanto in finale contro Crema campione per il quarto anno di fila, finisce la stagione regolare nel girone Nord di serie A2 femminile vincendo 38-62 (11-14, 19-34, 32-44) in casa della Schiavon nel recupero della seconda giornata di ritorno. La squadra rivelazione di coach Alberto Matassini contro le trevigiane, ormai condannate ai play-out salvezza, ha chiuso la regular season inanellando il terzo successo di fila dopo quelli a Torre Boldone (Bergamo), parquet di casa dell'Albino, e con Carugate (Milano) al Benedetti. Capitan Eva Da Pozzo e compagne danno ora appuntamento per i quarti di finale dei play-off di metà maggio, per i quali si sono qualificate con largo anticipo. Manca loro di sapere soltanto se ci arriveranno da prime classificate, conservando il vantaggio del campo nelle sfide promozione sino all'eventuale finale ed esordendo contro l'ottava classificata, che al momento è Sarcedo (Vicenza). Oppure da seconde, con fattore parquet a favore sino in semifinale, opposte alla settima in graduatoria che ora come ora è Vicenza. O, infine, da terze giocando in casa gara1 e l'eventuale bella soltanto nei quarti contro la sesta, piazza che grazie al 51-72 a Tortona nello spareggio con Castelnuovo Scrivia per l'Alpo (Verona) salita a quota 30 è ora condivisa a 28 dalle piemontesi e Milano, Sanga battuta 63-68 a domicilio da Moncalieri in un'altra sfida da posizionamento in griglia play-off. Castelnuovo, rispetto a scaligere e meneghine, ha però tre partite in più da recuperare.

Proprio ai recuperi, in programma fino al 5 maggio prossimo, in particolare di Crema e Moncalieri è legata la posizione di fine stagione regolare della Delser. Le udinesi sono in testa con 42 punti (21 vittore e 5 sconfitte), tallonate a 2 lunghezze da Moncalieri dopo il blitz a Milano mentre Crema che oggi alle 18 ospita Mantova è a -4. Crema e Moncalieri, che sono sull'1-1 nei confronti diretti con le lombarde a +1 nella relativa differenza canestri, hanno però entrambe due partite ancora da recuperare: le cremasche a Vicenza e con il fanalino di coda San Martino di Lupari già retrocesso, le piemontesi con Castelnuovo e Bolzano quest'ultima ormai ai play-out. Il primato della Libertas Basket school, dunque, dipende anche dai risultati altrui. La società del presidente Leonardo De Biase, dopo la sua prima Final eight di Coppa dalla fondazione della Lbs nel 2013, centrerebbe comunque un altro piazzamento storico con il terzo posto a fine stagione regolare, ripromettendosi di stupire e divertire poi anche nei play-off a metà maggio.

Intanto, per non lasciare alcunché d'intentato e chiudere al meglio la regular season la Delser ha espugnato Ponzano contro una squadra uscita sconfitta con l'onore delle armi per 66-59 a Moncalieri nel turno scorso, quando fra l'altro Crema si è salvata vincendo per 58-59 soltanto al supplementare in casa dell'Alpo. Nella Schiavon di coach Nicolas Zanco le udinesi non troveranno  più la guardia Federica Iannucci, che ha lasciato la squadra da inizio aprile, ma che è tuttora capocannoniera del campionato di A2 con 18,1 punti a partita davanti alla “delserina” Antonia Peresson play-guardia da 15,4 di media, mentre l'ala nazionale slovena di stanza a Udine, Tina Cvijanovic, è sesta con 13,4. Tra le trevigiane ora è da tenere d'occhio l'ala del 2002 Francesca Leonardi, che fa le veci della leader uscente. All'andata la seconda di campionato finì per un ventello in favore delle friulane: 81-61 (19-22, 40-30, 63-47) solo con una partenza ad handicap nel primo quarto. Top scorer con 19 punti a testa finirono Peresson e la guardia Anna Turel, al suo high stagionale, e in doppia cifra con 11 anche Cvijanovic nella Delser; 16 per Iannucci, 15 per Leonardi e 18 per l'ala Costanza Miccoli che va anche tenuta a bada, dunque, dalle ragazze di Matassini.

Alla vigilia presenta la gara la guardia udinese Alice Milani, figlia d'arte: “E' l'ultimo atto ufficiale prima dei play-off non avendo altre gare da recuperare, ma non per questo è meno importante. Anzi, dovremo trovare ancora più coesione e affiatamento in vista della fase eliminatoria di una stagione andata per noi finora oltre le aspettative d'inizio campionato, con un utile e storico terzo posto già assicurato. Si fa sentire un po' di stanchezza di fine stagione regolare, ma l'aria di play-off aumenta la voglia di finire al meglio questo bel campionato. Ponzano è reduce dalla gran prova a Moncalieri, nonostante abbia perso da poco Iannucci e sia dodicesima in classifica. Sarà un bel banco di prova in cui testarci per i play-off e vogliamo dimostrare ancora un volta ciò che siamo capaci di fare”.            

Sezione: Basket / Data: Sab 24 aprile 2021 alle 10:26
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print