Hellas Verona-Udinese è stata soltanto la prima partita della stagione. I bianconeri non sono riusciti a strappare punti, nonostante una buona prestazione complessiva e un pizzico di sfortuna materializzatasi sotto forma di traversa per ben due volte, contro un Verona comunque reduce da un ottima stagione e già più rodato. 

Inutile pronunciare già sentenze. Vero che l'esordio stagionale per i ragazzi di mister Gotti non è stato positivo ma c'è tutto il tempo per correggere la rotta, a partire dalla partita di questa sera contro lo Spezia. Il debutto del Friuli deve portare in dote assolutamente tre punti. 

I bianconeri possono, anzi devono, fare meglio. Certo, le amichevoli viste nel pre-campionato non hanno di certo fatto ben sperare, ma l'Udinese presentatasi al Bentegodi si è comunque ben comportata. I nuovi acquisti, nonostante il poco tempo a disposizione per integrarsi hanno saputo offrire una prestazione ordinata. Sicuramente i presupposti sono buoni, bisognerà aspettare che la squadra entri in condizione e che il mercato sia concluso per iniziare a vedere la vera Udinese.

I nuovi giovani, come Coulibaly, sommati all'esperienza di giocatori come il tucu Pereyra e la permanenza dei big come De Paul e Musso, danno conferma che il progetto societario punta a costruire una squadra maggiormente competitiva rispetto alle ultime stagioni. Se il mercato in uscita non dovesse far perdere i pezzi pregiati di questa squadra allora sì che la prospettiva risulterebbe davvero molto interessante. 

A soffrire, ancora una volta, è invece l'attacco. Teodorczyk e Nestorovski non si sono rivelati quei giocatori in grado di sopperire alla mancanza di gol, non hanno confermato le aspettative. Okaka e Lasgna sono giocatori dal grande potenziale ma non hanno quel feeling con il gol che servirebbe per far fare alla squadra un salto di qualità. Servirebbe un acquisto, forse più che una punta giovane si potrebbe pensare ad una punta di esperienza, per avere un po' più di esperienza e cattiveria sotto porta. 

Ci attende un campionato nuovo, il tempo è  dalla nostra parte. È ancora troppo presto per dare giudizi ma bisogna avere fiducia, trasmettere senso di appartenenza alla squadra e avere fiducia nei confronti della squadra. 

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 30 settembre 2020 alle 09:41
Autore: Tommaso Cossio
Vedi letture
Print