Come arriva l'Udinese dopo la pausa nazionali?

12.09.2019 18:00 di Gianluca Marianini   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Come arriva l'Udinese dopo la pausa nazionali?

L'Udinese si prepara al posticipo di questo sabato contro l'Inter capolista. Per farlo, Mister Tudor può contare sull'intera rosa, eccezion fatta per Ter Avest che deve recuperare da una tendinopatia al ginocchio.

La difesa sarà quindi affidata a Becao, Troost-Ekong e Samir con questi ultimi due impegnati nelle rispettive nazionali: 88 i minuti giocati dal centrale nigeriano nella sfida amichevole con l'Ucraina. Sugli esterni conferma per Sema a sinistra e Larsen a destra. Sarà complicato per Tudor privarsi del jolly danese, impiegato in entrambe le partite della nazionale scandinava.

Le chiavi del centrocampo saranno consegnate a Mandragora che completerà il reparto assieme a Jajalo e Fofana. Il numero 6 bianconero oltre ad aver disputato entrambe le sfide che hanno visto coinvolta la Costa d'Avorio, ha segnato il gol decisivo della vittoria per 2 a 1 contro la Tunisia.

In forma anche De Paul: subentrato nella partita con il Cile e titolare nella schiacciante vittoria per 4 a 0 nei confronti del Messico.
Sebbene l'Inter sia una tra le sue vittime preferite, sarà difficile vederlo in campo dal primo minuto. Possibile per lui un ingresso a partita in corso, come già avvenuto nella prima giornata di campionato.
Spazio dunque a Pussetto, finora mai titolare nell'undici bianconero, e a Lasagna, reduce da appena dieci minuti giocati con gli azzurri in Armenia e caricato di fiducia da Mister Mancini.

Ancora indietro nelle gerarchie Nestorovski (per lui 90 minuti complessivi nelle amichevoli con israele e lettonia) e Okaka. Il nuovo attaccante bianconero è ancora lontano dalla forma migliore.

Questo dunque la probabile formazione:

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Ekong, Samir; Stryger, Fofana, Jajalo, Mandragora, Sema; Pussetto, Lasagna.