Pobega, la grande sorpresa di un inaspettato Pordenone

05.09.2019 14:45 di Davide Marchiol   Vedi letture
Pobega, la grande sorpresa di un inaspettato Pordenone

C'è dell'ironia nella storia di Tommaso Pobega, giovanissimo centrocampista che si sta facendo notare a livello nazionale grazie alle ultime prestazioni. Cresciuto nelle giovanili del Milan, ora al Pordenone sta mettendo in mostra le sue qualità da mezzala. Dove sta l'ironia? Nel fatto che il ragazzo è nato e cresciuto calcisticamente a Trieste. Sappiamo bene quale rivalità ci sia tra gli alabardati e le squadre friulane. Eppure per lui l'anno della consacrazione potrebbe avvenire proprio nella terra "rivale".

L'esordio è stato subito d'alto livello. Classe '99, appena ventenne, Tesser lo getta subito nella mischia in Coppa Italia contro la Feralpi Salò, sfida che resterà nella storia in quanto la prima dei rammarri allo Stadio Friuli (Dacia Arena). Il centrocampista lo ripaga con una prestazione di tanta sostanza, coronata dal gol del momentaneo pareggio. Passeranno il turno poi i lombardi ma poco importa, non è la Coppa l'obiettivo del Pordenone, alla prima storica stagione in Serie B.

Quasi come se fosse scritto nel destino, dopo aver segnato nella prima partita nel nuovo (momentaneo) stadio, Pobega si ripete nell'esordio in B, sempre al Friuli, contro una big della cadetteria come il Frosinone. Addirittura doppietta per il prodotto scuola Milan, che va vicino anche al tris. Tantissima corsa e, nonostante questo, una lucidità incredibile sotto rete al momento dell'inserimento in area, punto fondamentale per una mezzala che si rispetti, soprattutto se con spiccate qualità offensive come Tommaso.

Anche nella sconfitta per 4-2 contro il Pescara, Pobega mette la sua firma non con un gol, ma con un assist, pennellando perfettamente il filtrante in contropiede per Gavazzi per il momentaneo 1-1. Nonostante la sconfitta, risulterà tra i migliori, sfiorando pure la rete. Insomma due partite in B, una in Coppa, e tre partite forse non da incorniciare, ma sicuramente di grandissimo spessore, tanto da convincere Franceschini a convocare il ragazzo nell'U20 dell'Italia. Quindi ora, dopo l'esordio in Serie B c'è all'orizzonte il possibile esordio addirittura in azzurro. Un momento magico per Pobega. Se continuerà così, il Milan avrà sfornato un altro grande talento, ma attenzione, c'è un diritto di riscatto a favore dei ramarri con controriscatto... chissà che il suo futuro non possa essere il Friuli per più di un anno solo...