In un'intervista rilasciata a Tuttomercatoweb Stefano Quadri, precdentemente agente Fifa, ora nuovo talent scout del Real Madrid, ha parlato dei giovani italiani e dei problemi dei settori giovanili dei club di Serie A. "Nell'ultimo mondiale under 17 i giovani italiani mi hanno deluso, tutti tranne uno, a mio parere infatti il nostro giovane portiere Simone Scuffet e' un talento puro, uno dei migliori giovani portieri nel panorama mondiale. Credo che scuole calcistiche come Germania, Spagna e Inghilterra siano decisamente più avanti anche per il fatto che a differenza della maggior parte dei nostri club, queste società hanno una rete di scout sparsi per il mondo che ci anticipano nell'acquisizione di nuovi talenti. Ci sono club italiani che comunque lavorano benissimo come Udinese, Inter, Roma, Fiorentina e Juventus. Non credo che il nostro paese sia arretrato credo che il motivo della nostra inferiorità rispetto ad altri paesi europei sia semplicemente dovuta alla crisi economica che non consente ai nostri club di fare investimenti adeguati sui settori giovanili, e anche per il fatto che spesso strani e fallimentari investimenti per la prima squadra non consentono poi di avere budget sufficienti per il settore giovanile".

Sezione: Notizie / Data: Mer 08 gennaio 2014 alle 10:00
Autore: Francesco Digilio / Twitter: @@FDigilio
vedi letture
Print