notizie

Okaka: “Stiamo cercando la strada giusta per alzare il livello del nostro campionato, fisicamente mi sento bene”

Stefano Okaka è stato ieri ospite della trasmissione Udinese Tonight in onda su Udinese Tv. Ecco le sue parole: <<Non dimentichiamoci che ieri abbiamo giocato contro una squadra forte che si giocava il tutto per tutto. Alla fine del...

Jessy Specogna

Stefano Okaka è stato ieri ospite della trasmissione Udinese Tonight in onda su Udinese Tv. Ecco le sue parole:<<Non dimentichiamoci che ieri abbiamo giocato contro una squadra forte che si giocava il tutto per tutto. Alla fine del primo tempo, per la prima volta ho visto tutti i miei compagni desiderosi di riprendere il risultato. Stiamo cercando la strada giusta per alzare il livello del nostro campionato e raggiungere il prima possibile l’obiettivo. Questa è stata la dimostrazione che la squadra ha desiderio, attaccamento per la maglia, al Club, alla responsabilità di quello che fa. Ti puoi fidare dei tuoi compagni e ieri si è vesto, alla fine abbiamo ottenuto un ottimo risultato. Complimenti a tutti perché abbiamo trasformato le parole in fatti.Siamo in Serie A e ci sono partite che puoi cominciare bene e altre meno bene. Quello che conta però è i risultato finale. Bisogna analizzare anche da dove arriva una squadra. Noi un mese e mezzo fa parlavamo del fatto che non andava bene niente, che non c’era grinta, desiderio e attaccamento, ma le valutazioni vanno fatte alla fine. Se io vado a Parma, perdo 2 a 0 e alla fine riesco a portare a casa un 2-2 e vedo i miei compagni con questo attaccamento e la voglia di recuperare la partita non posso che fare i complimenti a tutti. Secondo me il cambio di passo in questo periodo è avvenuto nella gara con il Verona. Quella contro il Verona era una partita veramente importante, una di quelle partite che ti danno qualcosa in più. Venivamo da risultati importanti e il test con il Verona era importantissimo perché perdere contro il Verona ci avrebbe messo in una posizione diversa. A Roma abbiamo perso con una grande squadra che ha fatto una grande partita. Poi a Parma siamo partiti così e così, abbiamo ripreso la partita e siamo riusciti a portare a casa un punto. Secondo me non c’è da fare alcun dramma sul nostro percorso. Per fare il cambio di passo dobbiamo farlo con i colpi contro le big. Ma il campionato non è ancora finito e può succedere di tutto. Questa squadra sa bene che obiettivo vuole raggiungere. Nella vita come nel calcio ci sono dei passaggi che ti segnano e legano ad una situazione. Il passaggio che mi ha legato a questa città, a questo stadio, a questa gente è stata la salvezza quasi impossibile di due anni fa. È stata una salvezza dove è uscita tutta la forza di volontà e il desiderio di fare qualcosa, nonostante tutte le difficoltà, della squadra. Sono stato uno dei protagonisti della salvezza e li è scattato qualcosa che rimarrà per sempre con me.Io e Molina siamo molto amici; è un talento straordinario e gli faccio i complimenti per come si sta integrando. Fisicamente mi sento bene, ho recuperato bene, sono tornato a fare goal e sono a disposizione della squadra.Il Mister ci ha proposto un libro nel post lockdown, c’era molta curiosità. Poi ognuno ci deve mettere il suo, ma la frase “un gruppo compatto pronto ad affrontare tutte le difficoltà” è la cosa più importante che è nata, non dobbiamo mai dimenticarci da dove siamo partiti. Adesso parliamo di un gruppo forte che sa superare tante difficoltà. Vedere i giocatori che hanno alzato il livello personale in maniera clamorosa è merito di tutto il gruppo. Sono cose difficili da spiegare a chi pensa di più solo alla classifica, però dietro c’è veramente un lavoro complesso>>