Luca Gotti, tecnico dell’Udinese, commenta con grande amarezza la sconfitta interna contro il Cagliari, arrivata dopo il gol su rigore realizzato da Joao Pedro.

Una sconfitta che arriva dopo una prestazione dove forse le occasioni sono arrivate solo dopo lo svantaggio:
“Da fuori in realtà mi è sembrato che la squadra abbia provato a fare tutto quello che poteva, come visto abbiamo provato anche a modificare più volte l’assetto, parliamo di un'altra partita che perdi in virtù di un altro rigore di cui faccio fatica a darmi ragione, perché su episodi così fatichi a darti ragione e come con il Torino diventa determinante nel punteggio. Poi abbiamo avuto diverse occasioni, la traversa, quella di Nestorovski, anche diversi palloni che sono transitati in zona area del Cagliari senza però riuscire a concretizzare”.

C’è forse un problema di stimoli a questo punto della stagione?
“Per quanto riguarda l’Udinese sicuramente non c’è problema di stimoli. Sicuramente gli avversari che sono venuti qui hanno fatto partite di grande cuore, però se rivedo nella mia testa il film della partita rivedo una squadra che ha provato a fare tutto quello che poteva”.

Si è sentita la mancanza di De Paul?
“Si può dare anche questa lettura, è il giocatore che ha trovato più concretezza in questa squadra, quello che ha gestito in modo migliore le occasioni che ci capitano e che ho citato in precedenza”

Sezione: Notizie / Data: Gio 22 aprile 2021 alle 00:00
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
Vedi letture
Print