Lasagna al Napoli? Perché sì, perché no...

22.01.2020 11:18 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Lasagna al Napoli? Perché sì, perché no...

Lasagna al Napoli? Il corteggiamento di Giuntoli va avanti da tempo, l'offerta, che risale alla scorsa estata, c'è ed è concreta. Prima però i partenopei devono cedere Llorente, che con l'arrivo di Gattuso non sembra più rientare nei piani tecnici. Presto, quindi, per dire che la trattativa è avviata. 

Perché si - Perché Giuntoli lo conosce bene, lo vuole da tempo e, nonostante le titubanze di ADL, sarebbe pronto a scommetterci ancora. Al Napoli, poi, un attaccante così serve, uno che possa entrare a gara in corso e con la sua velocità mettere in difficoltà le difese avversarie. Non solo, anche un attaccante in grado di giocare vicino a Milik, in grado di sfruttare la fisicità del polacco. Sì perché KL15 sogna da tempo il salto, nonostante i tanti problemi Napoli è sempre Napoli, la possibilità di giocarsi un ottavo di Champions contro il Barcellona non è cosa da poco. Briaschi, il suo agente, è almeno un anno e mezzo che sta provando a muoverlo. 

Perché no - Perché l'Udinese non ha alcuna intenzione di privarsi di lui a gennaio, senza avere prima un'alternativa concreta per le mani. Sostituire Lasagna a gennaio, dopo che è già partito anche Pussetto, non è cosa facile. La società c'ha scommesso, gli ha dato la fascia di capitano, ha preferito lui all'argentino e ora non lo lascerà partire. No anche perché per ora il Napoli ha ancora in rosa Mertens e Llorente, se almeno uno dei due non parte non c'è spazio per l'arrivo di un altro attaccante, anche all'ombra del Vesuvio prima si vende e poi, in caso, si compra.