Altra nota dolente il centrocampo dove manca la qualità. Il gioco infatti è affidato spesso a lanci lunghi, senza che mai venga costruita un'azione corale e ragionata. Manca infatti un regista vero all'Udinese che sappia dettare i tempi e far girare la squadra. Troppo ruvidi e fisici gli interpreti della mediana. Non si può infatti chiedere di impostare la manovra a Pinzi o a Badu, grandi lottatori ma dai piedi non fatati. Per il ghanese si parlava di Liverpool ma alla fine i Reds hanno optato per un nome di maggiore fama per puntare alla zone nobili della Premier. Pinzi invece, come Domizzi e Di Natale, sente che l'età avanza e tra un acciacco e l'altro, non può più garantire il redimento degli anni passati. Involuzione invece per Lazzari. Il giocatore, ex Cagliari e Fiorentina, era uno dei migliori centrocampisti italiani in circolazione, seguito da tutte le grandi. Ora invece, con un forma così scarsa, è sempre in difficoltà. Forse la mezz'ala di corsa non è il suo ruolo. Per lui inoltre si sta parlando del riscatto della metà con la Fiorentina ma tutto verrà rimandato alla prossima estate. Anche Allan è in calo rispetto alla scorsa stagione dove aveva entusiasmato tutti. Ce la mette sempre tutta e lotta con grinta però ciò non basta ad ovviare alle lacune tecniche e tattiche del reparto. Servirebbe davvero tanto un innesto ma di nomi non se ne sono mai fatti. In partenza Jadson e Mlinar, due giovanissimi che in estate sono stati dipinti come dei nuovi fenomeni ma che ora si cerca di piazzare alla prima occasione. Dubbi sopratutto sul primo che in patria in Brasile viene ritenuto una stella, anche dal ct Scolari, e che al contrario ad Udine non viene considerato. Per lui dovrebbe concretizzarsi un prestito dell'ultimo minuto fino a giugno. Anche sulle fasce si parla più di cessioni che di arrivi, dato che i giocatori acquistati fino ad adesso sono tutti destinati o al Granada o al Watford. Basta se è possibile verrà ceduto subito così che non si svaluti per giugno, dato che la società punta tutto su Widmer. Rinviata invece a giugno la cessione di Gabriel Silva in quanto Douglas non è ancora pronto a sostituirlo. Stesso discorso vale per Pereyra. Gli mancano gli stimoli per continuare ad Udine e in estate se ne andrà. Utopia quindi il grande colpo delle ultime ore di mercato.

Sezione: Calciomercato / Data: Lun 27 gennaio 2014 alle 09:30
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print