Comincia con un colpaccio esterno l’avventura dell’Apu Old Wild West Udine in Supercoppa Centenario. Senza capitan Michele Antonutti, rimasto a Udine per un sovraccarico da lavoro agli adduttori, e Riccardo Azzano, alle prese con una coxalgia, coach Boniciolli schiera il quintetto formato da: Giuri, Johnson, Deangeli, Italiano e Foulland. A centrare il primo canestro della serata è Johnson, a segno dopo trenta secondi (0-3). La guardia Usa replica due minuti più tardi, siglando la seconda tripla dell’incontro (2-6). Mantova reagisce e a metà periodo si porta per la prima volta avanti grazie a una tripla di James (10-9). Ci pensa, però, Foulland a riportare in vantaggio i bianconeri (10-11) che arrivano sul +6 a tre minuti dalla prima sirena con Amato (10-6). Nel finale gli Stings conquistano qualche punto chiudono sotto di due lunghezze (17-19), recuperate in avvio di secondo periodo (19-19). Ma le triple di Amato e Italiano consentono all’Apu Old Wild West Udine di riportarsi sul +6 (19-25). La formazione di Boniciolli dimostra equilibrio e sicurezza anche quando i lombardi annullano le distanze con Infante (25-25) dopo tre minuti di gioco. A metà periodo Johnson prova a indirizzare la gara con la tripla del +4 (27-31) e a un minuto e 36 secondi dall’intervallo lungo Amato dall’angolo firma il +7 (28-35). Ghersetti, poi, fissa il secondo parziale sul 30-35.

Al rientro degli spogliatoi, Boniciolli perde Giuri – bloccato da un risentimento inguinale – mentre gli Stings con Bonacini e Cortese si avvicinano pericolosamente (34-35) e a 4 minuti dalla fine del periodo completano la rimonta con Ghersetti che realizza uno dei due liberi a disposizione per fallo antisportivo di Mobio (40-39). Lo stesso numero 12 degli Stings firma il +5 a tre minuti dal termine della terza frazione (44-39). A un minuto dal termine l’Apu OWW Udine impatta con Johnson (44-44) che piazza anche la tripla del 45-47 con il quale si conclude il terzo quarto. L’ultima frazione è un testa a testa tra le due formazioni, fino a tre minuti dalla fine del match quando le triple in serie di Italiano (49-52) e Johnson (49-55) spezzano la gara. Il +9 firmato da Foulland a 4 minuti e 34 secondi dall’ultima sirena consente ai friulani di respirare (49-58), ma i padroni di casa non si arrendono e con Weaver si riportano subito sotto (53-58). Decisivi nel finale la tripla di Nobile (53-61) e il libero realizzato da Foulland per il +9 (53-62). Grandi emozioni anche nell’ultimo minuto con la tripla di Amato (55-65) e la schiacciata vincente di Foulland a 9 secondi dalla fine che fissa il punteggio sul 58-67. Avanti così.

Sezione: Basket / Data: Dom 11 ottobre 2020 alle 23:39
Autore: Redazione TuttoUdinese
Vedi letture
Print