Nel girone C1 di serie B di pallacanestro, per il secondo fine settimana di fila, la Gesteco Ueb Cividale ringrazia i cugini della Pontoni Falconstar Monfalcone. Nella terzultima di ritorno i cantierini avevano fermato la Rucker San Vendemiano e consentito ai ducali, vincendo lo scontro diretto a Vicenza, di agganciare in testa la Tramarossa assieme all'Antenore Virtus Padova. Ieri nell'anticipo della penultima di ritorno, i “bisiachi” allenati da Matteo Praticò hanno rispedito a casa battuta 81-72 (18-17, 32-41, 57-56) quest'ultima co-capolista patavina e servito ai friulani di coach Stefano Pillastrini l'assist per allungare in vetta, passando oggi a Padova nel testacoda con la Guerrero Ubp. Al vertice in classifica, per il 72-70 del Sanve sulla Goldegans Senigallia ieri e in attesa dell'odierna Vega Mestre-Tramarossa, si è formato un quartetto di squadre a quota 16 punti.

LA GESTECO A PADOVA PER NON SBANDARE NEL TESTACODA

Capitan Giovanni Fattori, se sarà della partita, e compagni per scremare le capolista dovranno evitare sbandate oggi, alle 18 (arbitri il veronese Andrea Mammoli e il vicentino Filippo Castello di Schio; diretta streaming su Lnp Pass per abbonati e radiocronaca diretta sulla pagina Facebook Ueb, differita tv su Telefriuli), in casa del fanalino di coda Ubp. La matricola, al debutto in categoria, finora ha due successi su dodici gare: all'epifania per 78-64 su Mestre, quando la Guerriero si era rimessa in moto dopo uno stop causa Covid da fine novembre, e il 14 febbraio scorso per 60-55 sulla Rucker. Ha collezionato le vittorie nel suo palasport Gozzano, dove finora ha vinto due volte su sei. E' alla ricerca di punti salvezza, perché facendo sue le ultime due partite di ritorno ha ancora teoriche possibilità di evitare l'ultimo posto nel sottogirone raggiungendo la Vega, rispetto a cui ha la differenza canestri a favore negli scontri diretti che sono in parità dopo l'86-81 per i mestrini domenica scorsa. Nell'ultima trasferta del girone C1, prima d'incrociare le otto avversarie marchigiane e abruzzesi del gruppo C2 in seconda fase, quattro in casa e altrettante fuori, i ragazzi del “Pilla” hanno l'obiettivo di allungare la striscia di risultati utili. Al momento sono quattro, comprese le prime due vittorie esterne rompendo il ghiaccio nel derby a Monfalcone e ripetendosi domenica scorsa a Vicenza per 58-77. Infilare il pokerissimo facendo tris in trasferta consentirebbe alla Gesteco di giocarsi sabato 6 marzo nell'ultima di ritorno con San Vendemiano al palaPerusini, inviolato, il primato nel girone che vale la Final eight di coppa Italia dal 2 al 4 aprile prossimi.

Oggi a Padova la Ueb si presenta rimaneggiata. Non nel quintetto base che nelle ultime quattro giornate utili è formato dal doppio play Eugenio Rota e Alessandro Cassese, dalla guardia tiratrice Adrian Chiera, dalle ali Leonardo Battistini e Gabriele Miani. L'ala-centro Fattori, come detto, rischia di non essere della partita se continuerà ad avere 38 febbre, pur non essendo positivo al Covid. In caso di suo forfait, l'unico senior in panchina sarebbe la guardia Norman Hassan. Novità tra gli under. Daniel Ohenhen, ripresosi dall'infiammazione a una spalla, tornerebbe primo cambio dei lunghi se Fattori non ce la facesse. Questo suo ruolo in rosa ha portato l'ala triestina Pietro Agostini – 2,06 del 1999 di scuola Azzurra, nel 2015 a Boston con borsa di studio all'Hyde school, poi a New York e infine a Kennesaw State university (Georgia) in Ncaa – a scegliere di lasciare Cividale dove giocava 7,43 minuti a partita segnando 2 punti a gara e prendendo 3,6 rimbalzi. Agostini ha già esordito ieri con i Tigers Cesena, penultimi nel girone A1 di B, a Omegna perdendo 87-68: un punto per lui e 8 rimbalzi in 15 minuti. Per rimpiazzarlo e fare da quinto lungo il presidente dell'Ueb, Davide Micalich, ha ingaggiato il 2 metri del 2003 Giacomo Furin di scuola Virtus Bologna e rilasciato dalla foresteria della Pallacanestro Brescia. Assieme a lui è convocato per oggi a Padova il 2003 Stefano Londero, terzo figlio d'arte oltre a Enrico Micalich e Mattia Gattolini tutti under 18 ducali, che completano la rosa con il play Matteo Minisini del 2001. All'andata, l'Ubp a Cividale ha resistito un tempo prima di cedere 83-75 (21-18, 40-40, 67-53): top scorer ducale Battistini 22 punti, ben spalleggiato da Chiera 18 e Rota 17; tra gli ospiti in doppia cifra la guardia-ala Eros Chinellato 18, l'ala-centro Davide Andreaus 13 e i loro omologhi, rispettivamente, Nicolò Cazzolato e Andrea Campiello con 10 a testa.

LA FALCONSTAR CONCEDE IL BIS CON LA VIRTUS PADOVA                      

Il secondo successo di fila della Pontoni, che aggancia Senigallia al quinto posto con 12 punti in classifica, contro l'Antenore Virtus Padova è stato firmato da 22 punti del play Alessandro Scutiero (5 su 7 al tiro da tre e 7 su 8 ai liberi) e Mvp della gara con 31 di valutazione individuale, 14 di Giulio Casagrande (4 su 8 da due e 6 su 6 dalla lunetta), 13 di Matteo Schina (4 su 6, 1 su 3 e 2 su 3) e 12 di Marco Murabito (2 su 3, 2 su 6 e 2 su 2). Agli ospiti non sono bastati 21 punti della guardia-ala udinese Michele Ferrari (9 su 10, 0 su 1 e 3 su 3) e Mvp patavino con 23 di valutazione, 14 dell'ala Federico Schiavon (2 su 2, 3 su 7 e 1 su 1) e 12 del play Nicolò Pellicano.

Sezione: Basket / Data: Dom 28 febbraio 2021 alle 17:39
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print