L'Udinese risponde sul campo alle critiche piovute addosso alla squadra dopo la pessima prestazione e sconfitta di Torino e il ritiro deciso dalla società. Cinque reti al Livorno, che hanno dimostrato che la squadra di Guidolin quando vuole c'è. L'avversario era temibile. Il Livorno arrivava al Friuli con estremo bisogno di fare punti e l'Udinese non ha avuto pietà seppure all'inizio forse abbia preso troppo sottogamba avversario e partita. L'atteggiamento è stato quello giusto, ma uno dei dati più evidenti è che l'Udinese dipende totalmente da Di Natale. Con il ritorno del capitano in campo l'Udinese è tornata alla vittoria proprio grazie ai suoi gol. Nelle ultime giornate Guidolin voleva dare più spazio ai giovanie a chi ha giocato meno. Muriel aveva preso la pesante eredità di Totò, senza però riuscire ad incidere mai e anzi, spesso si è rivelato uno dei peggiori in campo. Questa sorta di 'dipendenza' da Totò, non fa pensare a nulla di positivo pe il futuro. Prima o poi (non nella prossima stagione) Di Natale appenderà le scarpe al chiodo e ad oggi, le alternative al capitano bianconero non sono all'altezza. Muriel ha grandi potenzialità, ma ancora non ha fatto vedere nulla in Friuli. Lo stesso vale per Nico Lopez che molto probabilmente lascerà Udine a fine stagione. Il presente parla Di Natale, ma il futuro è un grande punto interrogativo...

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 05 maggio 2014 alle 12:15
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @Sbentivogli10
vedi letture
Print