Chievo-Udinese 0-2, LE PAGELLE: De Paul strepitoso, Scuffet prodigioso. Ben tornato Lasagna!

23.09.2018 18:03 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture
Chievo-Udinese 0-2, LE PAGELLE: De Paul strepitoso, Scuffet prodigioso. Ben tornato Lasagna!

L'Udinese vince a Verona: contro il Chievo arrivano tre punti nel segno di De Paul, sempre più leader indiscusso. Quante buone notizie per Velazquez: un super Scuffet, una difesa che non prende gol e perfino un ritrovato Lasagna. Domenica perfetta.

Scuffet 7,5 - Una prova di forza per mettere fine al perenne ballottaggio con Musso. Dopo qualche insicurezza nel primo tempo, è nella ripresa che Simo si fa super, consegnando i tre punti ai suoi compagni con due parate strepitose su Rigoni prima e Giaccherini dopo. Il miglior Scuffet dai tempi dell'esordio con Guidolin.

Stryger Larsen 6 - Giaccherini non gli crea problema. Prestazione di sostanza del terzino danese che a volte si lancia anche in sovrapposizione.

Nuytinck 6,5 - La difesa non prende gol e questa sarebbe già da sola una gran cosa. Merito anche dell'olandesone, a volte ruvido, ma sempre efficace,. Sotto porta è prezioso quando anticipa Stepinski pronto di testa a battere a rete. Coppia collaudata con Ekong.

Ekong 6,5 - Rischia soltanto in un'occasione quando si dimentica dell'inserimento di Rigoni, per il resto il nigeriano è il solito baluardo dell'area di rigore.

Samir 6,5 - Spinge per tutti i novanta minuti lungo la corsia mancina, ottimo l'asse con De Paul. Scodella diversi traversoni interessanti per i compagni d'area di rigore.

Fofana 6,5 - Soltanto la traversa e Rossettini gli negano la gioia del gol, appare sicuro dei propri mezzi provando spesso lo strappo personale palla al piede.

Behrami 7 - Il capitano è l'anima nascosta dei friulani, lo svizzero lotta con il coltello tra i denti davanti alla difesa contrastando i portatori di palla avversari.

Mandragora 6 - Comincia bene provando anche l'inserimento alle spalle dei difensori, nei momenti di maggior spinta del Chievo arretra per creare superiorità a centrocampo. (Dal 89' Barak sv).

Pussetto 6 - Prestazione che dà fiducia ma non la consacrazione all'ex attaccante dell'Huracan, nel primo tempo ha l'occasione per battere Sorrentino ma il portiere del Chievo gli nega la gioia personale. Non si risparmia nemmeno in fase di non possesso. (Dal 64' Machis 6 - Nulla da eccepire per l'ex Granada, tanta corsa a disposizione dei friulani).

Teodorczyk 5,5 - Alla prima da titolare è da rivedere. In occasione della traversa di Fofana è poco lucido per ribattere a rete mentre in avvio di ripresa va vicino al bersaglio grosso. L'unica pecca sono le pause durante la partita. (Dal 67' Lasagna 7 - Del suo ruolo ne abbiamo discusso per tutta la settimana. La panchina gli dà una scossa, rientra infatti con quella fame che lo aveva contraddistinto nella passata stagione. Il suo ingresso in campo spezza l'equilibrio della sfida, movimenti a tagliare in area di rigore e la rete che chiude definitivamente i conti. Ben tornato Kevin).

De Paul 8 - Sontuoso! Ecco il vero De Paul, quello che avevamo ammirato in Argentina. Da eterno incompiuto a pezzo pregiato, finalmente in mostra le qualità del numero dieci argentino. Sontuoso quando controlla la sfera, elegante e sempre perfetto nella scelta del servizio per i compagni. Pesca dal cilindro la conclusione dalla trequarti che sblocca il risultato e serve l'assist vincente per Lasagna. Mai così decisivo e incisivo, ora è davvero el diez.

Velazquez 6,5 - La sua Udinese è solida e farle gol è difficile. 8 punti in cinque giornate e una classifica che si fa interessante. Piace e come questo spangolo.