Apu OWW-Le Naturelle Imola 104-72, LE PAGELLE: gara che rasenta la perfezione, tutti ampiamente promossi

20.11.2019 22:20 di Francesco Paissan   Vedi letture
Apu OWW-Le Naturelle Imola 104-72, LE PAGELLE: gara che rasenta la perfezione, tutti ampiamente promossi

Superata anche 'quota 100' dall'Apu Old Wild West questa sera, travolgente contro una alquanto spenta Imola. Una gara vinta grazie all'apporto di tutti e conclusa trionfalmente, come quest'Apu meritava dopo quanto visto questa sera sul campo:

Cromer 8: trascinatore fin dall'inizio, chiude con 16 punti e sette assist. Dominante.

Amato 7,5: tra assist al bacio e triple mozzafiato lascia anche lui il suo personalissimo segno su questo match.

Antonutti 7: determinante nei primi due quarti, quando dimostra di saper prendere sempre la scelta giusta. "Riposa" nel resto della partita.

Ohenen 7: tre minuti di impiego ma prende voto grazie a due punti e una stoppata, non lo rivedremo così spesso, però merita anche lui i complimenti questa sera.

Micalich 6,5: anche per lui pochi minuti ma un voto superiore alla sufficienza per l'assist a Ohenen.

Fabi 6,5: concreto e intelligente, non lo vedi spesso ma i suoi numeri li mette sempre, anche stasera.

Zilli 7: scende in campo con una grinta diversa e si vede. Su ogni pallone, su ogni rimbalzo lui c'è. Avanti così!

Cortese 7,5: primo tempo stellare nel quale non sbaglia nulla. La carica l'ha suonata lui.

Jerkovic 6,5: lo ricorderemo per aver concluso al volo una grande giocata con Fabi e per aver segnato il punto n°100 della gara. Non che abbia sfigurato nel resto della gara.

Beverly 7: parte molto forte, cala un poco verso il finale ma il suo lo aveva già fatto. Due prove di sostanza le ultime.

Nobile 7,5: ruba la scena alla fine, con tre triple di fila e una serie di giocate eleganti. Sempre in marcatura su un americano, senza mai cedere il passo.

Penna 7: due triple di fila, non si vede spesso. Gioco di qualità, la strada è quella giusta.

All. Ramagli 8: serata di grazia dei suoi. Non ricapiterà spesso ma il segno è che il lavoro sta finalmente portando i suoi frutti, e che frutti!