Finisce 2-1 al Franchi il primo tempo tra Fiorentina e Udinese. I bianconeri commettono due distrazioni gravi in poco tempo, permettendo alla viola di andare sul doppio vantaggio. De Paul e Okaka permettono ai bianconeri però di guardare con fiducia alla ripresa.

1. Chi lo tiene Biraghi? Veramente troppo solo l'esterno difensivo dei viola, ha una libertà di movimento che fa pensare a qualche problema in casa Udinese. Sul gol dell'1-0 al momento del controcross l'ex Inter è solissimo. È vero che sono presi controtempo, ma nessuno dei friulani è neanche lontanamente vicino a lui. Poi in generale il terzino può affondare sempre;

2. Castrovilli colpevolmente libero. Il secondo problema grave in casa bianconera si chiama Castrovilli. Segna il gol del vantaggio beffando il giocatore deputato a tenerlo nel mucchio, probabilmente De Maio. Nel raddoppio l'episodio più grave, è infatti completamente solo sul piazzato. Troppa troppa leggerezza nella retroguardia di Gotti;

3. Lasagna, per ora tanta croce e poca delizia. KL15 non c'è ancora, anche in questa partita ha gli spazi, ma non incide. Dragowski si fa sfuggire il pallone, ma non va abbastanza convinto, negli strappi in velocità non trova mai la giocata decisiva. Così è dura tenere il posto;

4. Okaka, si sblocca. Una piccola buona notizia arriva dal numero sette, che finalmente trova il primo gol. Il grosso del lavoro lo fa De Paul, lui stavolta è bravo a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto, un passetto in avanti per lui;

5. De Paul, decisivo ance a corrente alternata. Il diez oggi si vede e non si vede, ma con l'uscita di Pezzella per infortunio i padroni di casa perdono un po' le misure e RoD inizia ad accendersi, regalando anche l'assist di questo 2-1.

Sezione: Notizie / Data: Dom 25 ottobre 2020 alle 18:49
Autore: Davide Marchiol
Vedi letture
Print