Il Comitato Tecnico Scientifico non nasconde la sua preoccupazione per il rialzo dei contagi a livello nazionale e secondo quanto riferito da Repubblica, avrebbe consigliato al premier Mario Draghi di mantenere la linea della prudenza: di conseguenza no alla riapertura di piscine e palestre, neanche per corsi individuali o per terapie riabilitative, no all'apertura di sale gioco e sale bingo e ai corsi pomeridiani per bambini. Per il CTS, l'impianto del DPCM in scadenza è dunque da riconfermare in toto.

Sezione: Notizie / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 08:00
Autore: Jessy Specogna
Vedi letture
Print