Modibo Diakitè è uno dei tre giocatori che sono arrivati tra le file della Fiorentina nello scorso mercato di gennaio. Il difensore ha già esordito con la maglia viola, martedì scorso in Coppa Italia contro l’Udinese. Nonostante la sconfitta, per l’ex Lazio e Sunderland si è trattata di una prestazione positiva. Queste le sue parole alla stampa nel giorno della presentazione ufficiale: “La Fiorentina credo sia un’ottima squadra, ma soprattutto una grande società. Da quel poco che ho potuto vedere finora, qua c’è una grande organizzazione. Montella, poi, è bravissimo. Martedì abbiamo perso, ma penso che possiamo comunque giocarcela al ritorno. Io sono un difensore centrale destro, ma ho giocato anche come terzino La Lazio? Il mio contratto era scaduto, non abbiamo trovato un accordo per il rinnovo e così me ne sono andato”. Sulla scelta di Firenze, spiega così: “Mi ha colpito il loro gioco palla a terra. Inoltre mi avevano già cercato un anno fa; allora le cose non andarono per il meglio, adesso invece ci siamo incontrati. Io voglio fare sempre bene, la società mi ha dato la grande opportunità di tornare in Italia e io ora voglio ripagare la loro fiducia dando il meglio di me. La scelta di andare in Inghilterra? Mi piaceva la Premier League, così sono andato al Sunderland. Ma quando Di Canio se n’è andato non ho più trovato tanto spazio, perchè l’allenatore preferiva giocatori con più esperienza nel campionato. Mi ritengo un giocatore veloce e potente, ma tecnicamente devo migliorare”. L’Italia sembra essere quindi la scelta di vita del difensore, che dice: “Si, l’Italia mi piace. Certo mi mancherà l’atmosfera degli stadi inglesi. Al Sunderland eravamo ultimi eppure lo stadio era sempre pieno!”. Sulla lotta Champions: “Sia noi che il Napoli siamo forti, la differenza la farà la freschezza negli appuntamenti chiave”.

Sezione: L'Avversario / Data: Ven 07 febbraio 2014 alle 20:45 / Fonte: violanews.com
Autore: Davide Gani
vedi letture
Print