Lotta salvezza, un calendario ostico per l'Udinese, ma ora il traguardo non è un miraggio

07.03.2019 12:31 di Davide Marchiol   Vedi letture
Lotta salvezza, un calendario ostico per l'Udinese, ma ora il traguardo non è un miraggio

Ha fatto tre passi avanti importantissimi nella lotta salvezza domenica l'Udinese. I bianconeri infatti, grazie alle vittorie ottenute sul Chievo Verona e sui felsinei, si sono portati a quota venticinque punti, con un bel +7 sul terzultimo posto. Inoltre la banda bianconera ha ottenuto un'altra cosa importante: grazie al 2-1 inflitto alla squadra di Mihajlovic, ora lo scontro diretto è in parità, ma le zebrette hanno un vantaggio. Grazie a un differenza reti nettamente migliore (-11 contro il -18 degli emiliani) ora la bilancia pende però in favore dei friulani, che possono vantare la miglior difesa della metà destra della classifica, cosa non da poco in una lotta dove anche un punto solo può fare la differenza.

I bianconeri infatti hanno incassato solamente 32 reti, come la Fiorentina, che occupa la decima posizione, e la media delle ultime dieci squadre parla di almeno 40 gol incassati. Quindi se da un lato l'attacco purtroppo stenta dall'altro c'è un reparto che, tranne qualche sbandamento, regge e dà un piccolo vantaggio in ottica salvezza. Purtroppo ciò che, nonostante un bottino ora rassicurante, desta ancora preoccupazione è il calendario dell'Udinese. In un mese infatti ci saranno le trasferte con Juventus, Napoli e Milan, mentre al Friuli arriverà il Genoa. Sarà dura fare tanti punti, con la sfida con il Grifone che si prospetta come di fondamentale importanza per fare altri punti e per potersi tenere sulla linea di galleggiamento. Chiudere il mese di marzo a 30 sarebbe la cosa migliore, ma sarà impresa ardua vista la caratura degli avversari.

Buttando un occhio a Bologna e Frosinone, che sono le due squadre che occupano terzultimo e penultimo posto, nelle due giornate in cui l'Udinese affronterà le prime due della classe ci sono sfide che possono essere cruciali per il loro destino. I felsinei infatti riceveranno al Dall'Ara il Cagliari, con una vittoria che permetterebbe di accorciare nuovamente le distanze nella corsa salvezza, e poi andranno al Grande Torino dove daranno tutto. I ciociari invece riceveranno allo Stirpe sempre i granata e poi andranno al Castellani ad affrontare l'Empoli, in un'altra partita che potrebbe dire molto sui destini delle due squadre. Da questi risultati uscirà una graduatoria che potrebbe essere rivoluzionata. Quindi bisognerà fare attenzione alle due gare con Juventus e Napoli, perchè dopo queste due giornate la lotta per restare in A potrebbe avere tutt'altro aspetto.