Il tecnico dell’Udinese, Luca Gotti, commenta il successo della sua Udinese contro la Juventus ai microfoni di Sky Sport: “Non mi aspettavo di vincere, la cosa più bella è che i ragazzi hanno fatto di tutto per farcela: era difficile immaginarselo tra assenze e stanchezza. Si sono aggregati anche chi era acciaccato, ce la siamo guadagnato completamente”.

Come aveva studiato la partita?
"Quando giochi contro la Juve, fai ciò che ti viene concesso dagli avversari: ci sono momenti in cui schiaccia e devi fare incudine, altri invece in cui puoi fare martello"

Cosa vi siete detti con Sarri?
"Non ci siamo visti a fine partita, ma sono contento perché si merita questo scudetto che è virtualmente suo e del suo staff. Ma sono contento anche perché non festeggia qui a Udine". 

Tutto l’attacco ha fatto bene questa sera.
"Facendo un’analisi generale, questa squadra meritava una classifica diversa. Abbiamo lasciato tanti punti nel finale, in diverse gare abbiamo creato più di quanto raccolto, questa sera c’è stata una nemesi: abbiamo avuto poche occasioni in relazione alle altre gare, ma abbiamo vinto. Il primo gol è un’azione corale, il secondo è l’azione del singolo. E una provinciale che sotto di un gol abbia la pazienza di costruire è lodevole, non è così scontato"

Il vostro 2-1 è arrivato nel recupero, ne avevate subiti tanti all’ultimo.
"Come a Napoli, quando abbiamo preso gol da Politano. Ma ce lo meritiamo, pensiamo a goderci questa vittoria"

De Paul e Fofana sono pronti per delle big?
"Ho risposto spesso a questa domanda, entrambi possono calcare i massimi palcoscenici: Sekho lo ringrazio perché sta giocando tutte le partite, era diffidato ma riesce a gestire fatica e lucidità, un allenatore è fiero quando riceve questo tipo di risposte".

Qual è il problema della Juve?
"Poter vincere uno scudetto a quattro dalla fine la dice lunga sui problemi, che sono pochi. Tra un po' saranno impegnati in Champions, in gara secca vedremo cosa succederà".

L’anno prossimo resterà?
"Non ho nessuna catenina, portiamo in fondo questo campionato e poi ne parleremo".

Sezione: Focus / Data: Gio 23 luglio 2020 alle 22:28
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
Vedi letture
Print