Sabato a Bologna l'Udinese scenderà in campo per l'ultima volta nel 2017, anno che se non fosse stato per Oddo sarebbe stato da dimenticare per i friulani, a causa del mediocre girone di ritorno della scorsa stagione e dello sciagurato inizio di campionato di quest'anno.
L'arrivo di Oddo come abbiamo più volte ripetuto ha restituito entusiasmo non solo all'intera squadra e ai giocatori, ma soprattutto alla tifoseria bianconera, come dimostreranno gli oltre 500 fedelissimi che seguiranno la squadra al Dall'Ara. Proprio in questo stadio l'Udinese cercherà la quinta sinfonia consecutiva, un'altra vittoria avrebbe dell'incredibile e se dovesse arrivare la lotta per l'Europa League spetterebbe di diritto anche ai ragazzi di Oddo, ma i rossoblu sono tutt'altro che avversario morbido, vengono da una grande vittoria al Bentegodi, trascinati da un Mattia Destro ritrovato e come per l'Udinese questa sfida vale molto anche per loro per capire qual è il loro reale obiettivo in questa stagione. 
Mister Oddo in questi giorni cercherà di capire se Samir potrà essere schierato dal primo minuto, il brasiliano è rientrato in gruppo ma la sua presenza rimane in dubbio, in caso di forfait Nuytinck è pronto.

L'altro dubbio di formazione è come sempre legato all'attacco, l'intoccabile la davanti si chiama Kevin Lasagna, uomo fondamentale per questa squadra che adesso sogna anche la Nazionale, accanto a lui potrebbe tornare Rodrigo De Paul, che sembra essere in leggero vantaggio su Maxi Lopez, l'idea del mister ex Pescara sembra essere quella di preferire la "Gallina" nelle partite casalinghe in cui l'Udinese è chiamata a fare la partita, mentre in trasferta parrebbe essere più orientato a scegliere una coppia più veloce formata da ovviamente Lasagna e Rodrigo De Paul. 
Il dubbio della vigilia sarà quindi ancora una volta legato all'attacco, non va dato nulla per scontato perchè Oddo ha dimostrato di saperci sorprendere per ciò che riguarda le formazioni, di punte ce ne sono tante in rosa, quindi attenzione anche alla possibilità di vedere Perica soffiare il posto all'ultimo ai due argentini sopracitati, ma ciò che conta sarà uscire da Bologna a testa alta, magari con un risultato positivo, cercando di vendicare il 4-0 della scorsa stagione. 

Sezione: Focus / Data: Gio 28 dicembre 2017 alle 18:00
Autore: Stefano Fabbro
vedi letture
Print