Buona la terza, seppur con tanta fatica, per l'Apu Old Wild West che espugna Trapani e rimane virtualmente al comando delle operazioni nel Girone Verde. Vittoria sudata quella di oggi, conquistata contro una squadra che ha saputo fare di necessità virtù, giocando oltre le assenze e oltre i propri limiti e fermandosi solo di fronte a un secondo tempo ruggente dei bianconeri. Per Udine la vittoria fa molto comodo ma per la prestazione ancora non ci siamo del tutto, complici forse l'assenza di Amato e il mezzo servizio di Giuri, entrato a gara in corso per dar manforte ai suoi. Queste le pagelle:

Johnson 7: voto alto perché la rimonta la lancia lui, con tanti dei suoi 19 punti segnati nel terzo e quarto periodo. Prima di questo, tanta imprecisione al tiro e una prova ancora morbida. Decisivo.

Deangeli 6: anche per lui una seconda metà di gara in crescita. Ha bisogno che intorno a lui la squadra giri a massimo regime per mettere in mostra il meglio del suo gioco.

Antonutti 7: soffre un poco in difesa ma è la costante che Udine vanta in attacco. Se Udine è sempre rimasta in scia nel punteggio gran merito va a lui.

Mobio 5: pochi minuti, non convince Boniciolli e un motivo ci sarà.

Foulland 5,5: due schiacciate decisive nel finale ma in difesa concede troppo ai lunghi di Trapani, sicuramente in giornata ma pur sempre modesti.

Giuri 6: chiamato all'ingresso a gara in corso, riesce a dare una scossa ai suoi, pur giocando visibilmente sotto ritmo. Buone giocate ed errori marchiani, per il recupero completo ripassare.

Nobile 6,5: nei momenti di sofferenza è l'uomo che vuoi in campo. Costante pure lui nel rendimento quando altri intorno a sé calano. Convincente.

Pellegrino 6: gioca meno di quanto dovrebbe, eppure in attacco è positivo, il suo +/- è il migliore tra i suoi. C'è un'altra gara sabato, giusto anche farlo rifiatare.

Italiano 6: buon impatto nel secondo quarto, per il resto tanta sostanza, pochi fronzoli. Meno in luce rispetto alle altre due prove.

All. Boniciolli 6,5: soffre, rimonta e vince la sua Apu. Costretto a lanciare nella mischia Giuri, nel finale non sbaglia le scelte che spettano a lui. Massimo risultato con il minimo sforzo ma, di nuovo, sabato si torna a giocare e le energie vanno gestite.

Sezione: Pagelle / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 20:30
Autore: Francesco Paissan
Vedi letture
Print