Il futuro del ct Cesare Prandelli dopo il mondiale brasiliano non sarà più legato alla Nazionale italiana. Il Presidente della Figc, Abete, ha promesso da tempo che a marzo svelerà il futuro di Cesare Prandelli. Prandelli avrebbe sciolto, nelle ultime settimane, le riserve. Il C.T. dell'Italia è ad un passo dall'accordo con il Tottenham che vuole rendere sempre più made in Italy la squadra e avrebbe individuato in Prandelli l'uomo giusto per proseguire questo percorso appena iniziato. A breve ci sarà un incontro tra Abete e Prandelli e in quella riunione dovrebbe esserci l'addio. Tutti in Brasile e poi ognuno per la propria strada. Molte sono le ipotesi fatte su quale può essere il suo successore. Tre per ora sono i nomi caldi: Allegri, Mancini e Guidolin. Tra allenatori molto diversi tra loro ma tutti dal grande fascino. L'unico libero per ora però è solo l'ex allenatore del Milan, dato che gli altri due sono impegnati rispettivamente con Galatasaray e Udinese. Sopratutto il nome del del tecnico bianconero sta prendendo negli ultimi tempi sempre più piede. Che Guidolin sia uno dei migliori tecnici delle serie A non ci sono dubbi e gli addetti ai lavori spingono molto per la sua candidatura. Un nome non dal blasone assoluto per molti ma che però garantirebbe una sicurezza di lavoro ed un progetto importante per gli anni a venire. Il mister di Castelfranco inoltre è un maestro nella crescita e nella gestione dei giovani, caratteristica fondamentale per il prossimo ct che dovrà fare i conti con un vero e proprio cambio generazionale. Seppure Guildolin abbia giurato amore eterno all'Udinese, una chiamata dalla Nazionale potrebbe essere un'offerta irrinunciabile. Ora starà alla Federazione decidere quale sarà il nuovo nome che si siederà dalla prossima estate sulla panchina azzurra.

Sezione: Notizie / Data: Mar 18 febbraio 2014 alle 08:45
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print