notizie

Il Fvg dedica una seggiovia al Giro d’Italia: l’iniziativa presentata questa sera a Tolmezzo

Il Fvg dedica una seggiovia al Giro d’Italia: l’iniziativa presentata questa sera a Tolmezzo

Il Friuli Venezia Giulia dedica una delle "sue" seggiovie al Giro d'Italia. Lo fa su una delle cime più conosciute, il monte Zoncolan, spettacolare conclusione di una delle tappe più avvincenti della corsa rosa. La...

Stefano Pontoni

Il Friuli Venezia Giulia dedica una delle "sue" seggiovie al Giro d'Italia. Lo fa su una delle cime più conosciute, il monte Zoncolan, spettacolare conclusione di una delle tappe più avvincenti della corsa rosa.

La seggiovia "Val di Nûf", l'impianto che da valle conduce in quota e che proprio coincide con il punto d'arrivo della tappa, sarà la prima seggiovia in regione a sei posti e ben sei file delle sue seggiole - tante quante i vincitori della tappa, compreso chi si aggiudicherà la gara di domani - si tingeranno del "rosa Giro", riportando i nomi dei campioni che hanno compiuto l'impresa raggiungendo la vetta del Kaiser, con tanto di autografo a personalizzare le sedute. 

Questa sera al teatro Candoni, a Tolmezzo, in occasione dell'evento in cui è stata presentata la tappa dello Zoncolan del Giro d'Italia prevista domani, 22 maggio, è stato svelato il modello della seggiovia a sei sedute e l'intero progetto ideato e portato avanti da PromoTurismoFVG, l'ente di promozione turistica del Fvg. Alla cerimonia ha partecipato anche Gilberto Simoni, due volte vincitore della corsa sullo Zoncolan, nel 2003 e nel 2007, che ha firmato davanti al pubblico il plexiglass che sarà poi riprodotto sulla seggiola. 

Il nuovo impianto trasporterà oltre ai pedoni e agli sciatori anche le biciclette, attraverso i 52 "veicoli" che viaggeranno in senso orario a un dislivello di circa 300 metri, sempre con una portata di 2.400 persone all'ora a massima capienza. Sei seggiole, rispetto alle quattro attuali, oltre alla stazione di valle e di monte, riprenderanno i colori e i loghi del Giro.

Con Simoni, firmeranno Ivan Basso, Igor Antòn, Michael Rogers, Chris Froome e, naturalmente, il protagonista che si aggiudicherà la tappa dopo la faticosa salita di domani, firmeranno una targhetta in plexiglass che sarà poi riprodotta sulla seggiola dedicata al ciclista.