Un rigore conquistato e trasformato da Totò Di Natale salva l'Udinese dalla sconfitta contro un'Atalanta che ha dominato il primo tempo e sicuramente giocato meglio nell'arco dei 90 minuti di gioco. Troppo lenta e prevedibile la squadra di Guidolin è sembrata sorpresa dall'avvio dell'Atalanta che ha conquistato subito la metà campo avversaria e dopo aver sfiorato il gol con Moralez (20' gran parata di Scuffet) è passata in vantaggio al 25' con Brivio che ha messo dentro un lungo cross di Raimondi con la difesa friulana immobile. L'Udinese nonostante gli innesti di Bruno Fernandes e Nico Lopez non ha reagito rischiando di subire il secondo gol, ma Yepes e Moralez non hanno sfruttato le occasioni a pochi passi da Scuffet e a 20 minuti dalla fine è arrivata l'azione del pareggio. Tiro di Nico Lopez respinto da Consigli e spinta di Stendardo a Di Natale che si stava avventando sul pallone. Rigore e gol numero 183 in carriera per il capitano dell'Udinese. Ma nel finale ancora Atalanta; il tiro da 3 punti poteva essere quello di Cigarini (40') ma il pallone scagliato da circa 25 metri è finito sulla traversa. Finisce così con un pareggio che non fa contento nessuno: l'Atalanta recrimina pr la mancata vittoria, i tifosi di casa fischiano la loro squadra per la brutta prestazione.

Sezione: Notizie / Data: Lun 24 febbraio 2014 alle 11:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione TuttoUdinese
vedi letture
Print