Dopo la partenza del profeta Hernanes il nuovo leader della Lazio di Reja non può che essere Antonio Candreva. È il 27enne ex Udinese, Juve e Parma ad essere sempre di più il cardine della squadra. Lo è nella realtà settimanale, ma anche e soprattutto nei numeri: oltre a essere l’unico sempre presente in questo campionato - solo a Bergamo entrò nella ripresa -, ha anche il record laziale di assist (37, assist vincenti (5) ), tiri (71) e soprattutto gol (7), che gli hanno già permesso di battere il suo record stagionale. Polmoni, velocità impressionate e qualità perennemente al servizio dei compagni, queste le sue qualità che lo hanno reso insostituibile. Se la Lazio però vorrà continuare ad averlo in rosa dovrà sedersi al tavolo delle trattative con l'Udinese, squadra che ha scoperto Candreva e ancora proprietaria della metà del cartellino.  L’affare è di quelli ostici in quanto la comproprietà nella carissima bottega friulana ha un prezzo ben preciso e non trattabile: 8-10 milioni di euro. Il club di Pozzo ha già assicurato che non andrà contro la volontà del ragazzo, il quale ha pubblicamente e reiteratamente dichiarato di voler restare a Roma, ma il rischio è quello di un inserimento di qualche big dietro la regia dei bianconeri. Le discussioni vanno esaurite entro la metà di giugno, termine ultimo per risolvere le comproprietà, ma ad oggi il rischio buste appare sicuramente meno concreto rispetto a possibili giochi al rialzo. Se la maglia azzurra al Mondiale gli regalasse poi la meritata visibilità della scorsa estate in Confederations Cup, aumenterebbero le pretendenti e il costo sarà inevitabilmente destinato a lievitare. In questa settimana comunque ci dovrebbe essere qualche contatto tra il presidente Lotito e parón Pozzo, che però ha già chiarito tempo addietro la situazione e che difficilmente abbasserà le pretese, soprattutto ora che squadre come Borussia e Liverpool sono pronte a spese pazze in Friuli.

Sezione: Calciomercato / Data: Lun 17 febbraio 2014 alle 08:30
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print