Ormai sembra essere un motivo classico del calciomercato italiano: prima si vende e poi si compra (forse). Questo è proprio ciò che sta accadendo all'Inter di Thoir. Nonostante i tifosi sognino i grandi colpi da parte del nuovo presidente, la realtà è che il mercato è praticamente bloccato e legato prima alle cessioni. La stessa trattativa per Basta, uno dei primi rinforzi chiesti da Mazzarri, è ferma al palo da settimane, con l'Inter che ha chiesto la disponibilità del serbo all'Udinese, accennando una debole trattativa. Infatti finché non partiranno Alvaro Pereira (si parla di Santos per lui) e soprattutto uno tra Guarin (c'è un timido interessamento del Manchester) e Ranocchia (lo segue il Borussia D.) l'Inter non ha la disponibilità economica per chiudere l'operazione con Pozzo, il quale è intenzionato a non fare nessuno sconto. Per Basta quindi potrebbero aprirsi nuovi orrizzonti: in Italia le offerte latitano, ma dall'estero, sopratutto da Germania ed Inghilterra, arrivano voci interessanti. Per ora però nulla di concreto. Tutti lo vogliono, nessuno lo prende.

Sezione: Calciomercato / Data: Ven 17 gennaio 2014 alle 09:30
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print