basket

Delser a San Martino di Lupari per rimettersi in marcia

Delser a San Martino di Lupari per rimettersi in marcia

Oggi, alle 20.30 (arbitri la pesarese Francesca Di Pinto e l'anconetana Angelica Marconi; diretta streaming sul canale Youtube Lupebasket Tv), la Delser Crich Lbs Udine, seconda in classifica, ha un quasi testacoda in casa del Fanola-Onetech...

Valerio Morelli

Oggi, alle 20.30 (arbitri la pesarese Francesca Di Pinto e l'anconetana Angelica Marconi; diretta streaming sul canale Youtube Lupebasket Tv), la Delser Crich Lbs Udine, seconda in classifica, ha un quasi testacoda in casa del Fanola-Onetech Lupe San Martino di Lupari, fanalino di coda, per rimettersi in marcia nella nona di ritorno del girone Nord di serie A2 femminile di pallacanestro. Le udinesi di coach Alberto Matassini sono reduci dal passo falso interno per 61-62 (13-20, 28-32, 45-49) con Il Ponte casa d'aste Sanga Milano che, con una striscia aperta di cinque risultati utili e l'inserimento in gruppo in settimana della play Chiara Pastore già 54 volte azzurra e scudettata, alle 18 può favorire alle friulane il riaggancio alla capolista Parking Graf Crema già battuta a domicilio dalle meneghine all'andata. Lo stop con le milanesi per capitan Eva Da Pozzo e compagne è una ricaduta dopo i due successi a Castelnuovo Scrivia e Mantova con cui avevano riscattato le prime due sconfitte stagionali di fila, con Crema e a Vicenza. Sempre a inseguire il Sanga, soffrendo in particolare sotto canestro la pivot Stefania Guarneri assente nel blitz “delserino” all'andata e che ha chiuso in doppia doppia con 12 punti e 14 rimbalzi per 20 di valutazione individuale, la Libertas basket school a un minuto e mezzo dal 40' era risalita a +4 (61-57) grazie soprattutto alla reattività dell'ala Da Pozzo, capace pure di una doppia (10 punti e rimbalzi) più 2 stoppate date e 3 palle recuperate per 21 di valutazione. La Delser ha però dato il classico calcio al secchio di latte riempito a fatica, dimenticandosi libera sull'arco l'ala Arianna Beretta per la tripla frontale del -1 e soccombendo poi dalla linea della carità. Le udinesi hanno così gettato al vento un successo ormai insperato, che peraltro le ospiti hanno del tutto meritato. Rimettersi in carreggiata oggi a San Martino di Lupari, dove la guardia friulana Alice Milani torna da ex dopo un lustro nella società padovana tra giovanili, A2 e A1, consentirebbe alle ragazze del presidente Leonardo De Biase di centrare con sei turni d'anticipo i play-off promozione, ai quali sono destinate le prime otto squadre dei due gironi Nord e Sud, con due posti in A1 in palio alla fine. Assolta questa formalità, la Lbs difenderebbe il secondo posto dal ritorno dell'Akronos Moncalieri, terza forza, dopo avere blindato il quarto, che squadra e coach si erano posti come obiettivo alla portata, vincendo a Castelnuovo.

Passare oggi in casa della squadra di formazione della società luparense non pare impossibile. Le Lupe, che chiudono la classifica con 4 punti, finora hanno vinto sia all'andata sia al ritorno solo con Carugate, penultima a quota 10 assieme ad Albino. Le padovane hanno residue chance di evitare la retrocessione diretta e agganciare i play-out salvezza, missione per la quale la squadra è stata affidata nei gironi scorsi al nuovo allenatore Michele Tomei, subentrato a Francesca Di Chiara. All'andata la Delser si è imposta per 71-58 (21-16, 38-27, 48-42) trascinata dalla play-guardia Antonia Peresson (ventello, 8 rimbalzi e 5 assist per 32 di valutazione) e dall'ala nazionale slovena Tina Cvijanovic (19 punti e 25 in “pagella”), neoventitreene giovedì scorso: auguri. Le udinesi sanno di doversi guardare dalla play-guardia Claudia Amabiglia, top scorer delle sue con 12 punti all'andata, spalleggiata dalla guardia Veronica Antonella con 10. In area è da tenere d'occhio il centro Matilde Pini e sul perimetro la voglia di ben figurare dell'ala udinese Martina Rosignoli. Se, però, la Delser avrà il piglio delle sue 15 vittorie in 19 gare, dovrebbe tornare a casa con la vittoria in tasca. Anche se la ex Milani, che San Martino vuole riabbracciare, mette in guardia le sue nuove compagne udinesi. Alice, che ha debuttato nella Lbs il 30 gennaio a Vicenza, fra l'altro è stata una dei primi due casi Covid tra le udinesi facendo compagnia all'altra guardia Anna Turel, che ha sostituito contro le beriche e poi affiancato tra le assenti a Mantova. La serie ora continua con l'assenza dell'ala-pivot Laura Medeot oggi a San Martino, dove rientra invece l'ala Valentina Braida fuori squadra nel turno scorso contro il Sanga. In settimana è stata tenuta per precauzione in isolamento la play-guardia Vittoria Blasigh, che comunque dovrebbe essere della partita.

Il prossimo fine settimana l'A2 farà una pausa per la disputa dal 12 al 14 marzo della Final eight di coppa Italia al centro sportivo San Filippo di Brescia, che ha strappato l'organizzazione a Selargius non qualificata e Udine. La Delser, venerdì 12 marzo alle 13.45, aprirà i quarti contro La Bottega del Tartufo Umbertide (Perugia) sfida fra la Lbs prima a fine andata nel girone Nord e le umbre quarte in quello Sud. A seguire si disputeranno Bruschi Basket Galli San Giovanni Valdarno (Firenze)-Castelnuovo, Rmb Brixia Basket (Brescia)-Crema ed E-Work Faenza-Moncalieri. Sabato 13 marzo, alle 17.45, la vincente di Udine-Umbertide affronterà quella di quest'ultimo quarto di finale. Finalissima con la coppa Italia in palio domenica 14 marzo, alle 19.