«Nonostante la posizione in classifica, il Venezia è una squadra ostica. Particolarmente in trasferta dove ha fatto più punti che in casa». Attilio Tesser guarda già alla prima avversaria del suo Pordenone. E, dalle colonne de Il Gazzettino, aggiunge: «Dovremo avere il massimo rispetto degli arancioneroverdi e dare il meglio di noi stessi per riprendere la nostra corsa in modo positivo. Al Venezia però cominceremo a pensare veramente fra una decina di giorni. Ora dobbiamo lavorare per ritrovare gli automatismi che ci hanno permesso di fare un buon cammino nelle prime 28 partite di questa travagliata stagione».

Sezione: Pordenone / Data: Dom 31 maggio 2020 alle 16:15
Autore: Jessy Specogna
Vedi letture
Print