Stefano Okaka, attaccante dell'Udinese, ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport. Di seguito uno stralcio: "In Premier devi andare oltre il tuo limite; fai fatica, giochi sempre, ritmo altissimo; io sono felice di averci giocato e segnato, ma l’Italia è casa mia; si mangia bene, ritrovo l’amato tiramisù; volevo tornare. Pereyra al Watford mi ha parlato bene di Udine, il direttore Pradè mi vuole bene, è stato importante lui, come mio fratello Carlo; mi ha spronato, vuole i gol salvezza. Per ora sono contento, uso la fisicità, vado in giro per il campo, do intensità. Ora qui si soffre bisogna stringere i denti. Perché via da Watford? Non vorrei più parlare di Watford; comunque dico: gioco col Liverpool e segno un gol importante; la settimana successiva non gioco; basta così. E se non gioco mi arrabbio, il giorno in cui smetterò di arrabbiarmi, smetterò".

Sezione: Notizie / Data: Sab 16 febbraio 2019 alle 11:00 / Fonte: La Gazzetta dello Sport
Autore: Emanuele Calligaris / Twitter: @41ema56
vedi letture
Print