A vedere l'Udinese al terzo posto in classifica, alle spalle di Juve e Roma, forse bisogna dare ragione a Massimo Moratti. Era stato lui, nelle vesti di proprietario e presidente dell'Inter, ad affidare ad Andrea Stramaccioni la panchina nerazzurra - scrive il Corriere della Sera -. In estate Stramaccioni è ripartito da Udine, dopo aver studiato Carlo Ancelotti e Pep Guardiola, senza dimenticare Luciano Spalletti, il suo punto di riferimento. Ha girato il mondo per studiare, imparare, apprendere e migliorare. È stato a Los Angeles, da gennaio a marzo, per irrobustire il suo inglese: anche questo fa parte del percorso di crescita professionale per tornare su una panchina di serie A. Gli errori del passato insegnano sempre qualcosa ed è meglio non ripeterli. Perché anche con l'Inter era partito forte per poi perdersi, tra infortuni e prestazioni non proprio eccellenti, nella seconda parte di stagione.

Sezione: Notizie / Data: Sab 27 settembre 2014 alle 09:00
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
vedi letture
Print