QUI INTER - Marotta: "Un orgoglio essere diventato neroazzurro. Già da sabato con l'Udinese è importante per ritrovare quella stima che forse si è persa"

13.12.2018 18:27 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
QUI INTER - Marotta: "Un orgoglio essere diventato neroazzurro. Già da sabato con l'Udinese è importante per ritrovare quella stima che forse si è persa"

Giuseppe Marotta, neo Amministratore Delegato Sport dell'Inter, ha rilasciato le sue prime dichiarazioni in esclusiva alla tv del club: "Per me è un orgoglio essere qui. Inizia un nuovo capitolo dopo l'esperienza chiusasi. Questa è una nuova esperienza, punto. Ed è determinata da quello che ha contraddistinto le mie esperienze precedenti, la grande passione e, la grande determinazione e la grande voglia di portare in alto il più possibile l'Inter. Io sono nato nel calcio, da ragazzino ero dirigente, inizia il mio 42esimo anno. Appena si è creata questa grande opportunità non ho esitato nel coglierla - ha spiegato l'ex dirigente della Juventus -. Ho incontrato la proprietà eho capito che si tratta di una famiglia desiderosa di ottenere grandi successi. Sta a noi, tutto il management, ripagarli per la fiducia che ci hanno dato".

In seguito, Marotta si concentra sulla squadra: "I punti a disposizione sono ancora tanti, non bisogna rilassarsi e capire che tutti i traguardi sono raggiungibili. Già da sabato con l'Udinese è importante per ritrovare quella stima che forse si è persa. L'Inter deve avere un ruolo apicale nel calcio europeo, è la sua storia, lo dice il suo palmares ricco di successi. Normale che nelle decisioni che bisogna prendere debba avere un ruolo autoritario. È un brand fortissimo, con una storia fatta di tanti trofei conquistati e grandi giocatori, l'amore dei tifosi verso questi colori è indelebile e sta a noi cercare di tenere alto sempre il nostro vessillo".