Zidane e quella suggestione chiamata Cristo Gonzalez

16.07.2019 20:00 di Nicola Santarossa   Vedi letture
Zidane e quella suggestione chiamata Cristo Gonzalez

Cristo Gonzalez, con grande probabilità l’ultimo acquisto in attacco dell’Udinese, arriva dal Real Madrid Castilla, seconda squadra delle merengues; è proprio qui che, dopo una stagione da ben 20 gol e 9 assist, attira l’attenzione di un certo Zinedine Zidane e così a maggio di quest’anno, prima della faraonica campagna acquisti targata Florentino, l’allenatore francese rivela alla società l’intenzione di offrire al giovane centravanti l’opportunità di giocarsi le sue carte in prima squadra.

La dirigenza accetta, a patto che il Real B (ai tempi ancora in corsa per la promozione) riesca a vincere i playoff e salire di conseguenza in Serie B spagnola, ma così non è. Il Castilla esce con il Cartagena, fermandosi per un altro anno nella Segunda Division B ed infrangendo, di fatto, il sogno di Cristo Gonzalez e l’idea di Zizou.

È qui che arriva la scelta madridista di far crescere altrove il numero 10 del Real B, cedendolo all’Udinese per soli 1,5 milioni di euro: i Blancos, però, conoscendo il potenziale del canario, inseriscono all’interno dell’operazione un diritto di recompra non ancora definito, per poterlo riscattare in un futuro e perché no, dargli finalmente quella possibilità di essere allenato da un allenatore che ha fatto la storia del Real, in Europa e non solo.