Pradè: "Vedo quanto soffre l'ambiente, spero che la vittoria ci dia un'unione coi tifosi"

17.02.2019 17:40 di Emanuele Calligaris Twitter:    Vedi letture
Fonte: Udinews TV
Pradè: "Vedo quanto soffre l'ambiente, spero che la vittoria ci dia un'unione coi tifosi"

Daniele Pradè, responsabile dell'area tecnica dell'Udinese, ha rilasciato delle dichiarazioni dopo Udinese-ChievoVerona 1-0.

Questa vittoria era troppo importante: è arrivata nel finale con anche un po' di bagarre. Sono tre punti pesantissimi per la classifica.
"Bagarre... il rigore era netto perciò non vedo qual è la bagarre. Bisognava stare dentro la partita, poi in qualsiasi modo, con le mani o con la testa o con un'autorete, l'importante era vincerla. Questa vittoria ci dà l'opportunità di trovare un po' di serenità, di lavorare con una testa diversa. Spero che la vittoria, e anche la voglia di combattere dentro al campo, ci dia un'unione coi tifosi. Sono stati giorni difficili, sono stati giorni passionali; vedo quanto soffre la nostra tifoseria, vedo quanto soffre la nostra proprietà, quanto soffriamo noi. Questi tre punti ci danno l'opportunità di ricominciare: spero che questo sia l'inizio di un campionato nuovo e di una serenità nuova per tutto l'ambiente".

Sono stati giorni difficili, Lei ha usato più volte la parola "serenità". Possiamo anche inquadrare così una prova un po' contratta della squadra, che sembrava avere anche un pizzico di naturale, forse, paura nelle prime battute di gioco?
"Quando hai paura non riesci a fare niente. Quando sei anche un giocatore forte ma la testa non funziona al 100% non riesci a fare quello che tu vuoi. Noi ci eravamo detti di essere calmi, di stare dentro la partita fino al 90', di sfruttare l'episodio, di sfruttare la situazione: così è stato. Abbiamo dei ragazzi che sono dei grandi combattenti, te lo dimostrano gara dopo gara, non concedono un centimetro; abbiamo un portiere forte, una difesa che è solida e che fa legna, facciamo metri. Sono contento, felice per il gol di Teodorczyk, che gioca ogni partita infiltrato, che non sta bene ma si mette a disposizione; è un giocatore internazionale, ti dà spessore e struttura. Poi Okaka ha avuto alcuni problemi. Queste sono le cose devono capire i tifosi: i momenti, le situazioni. Poi dobbiamo anche essere bravi e fortunati. Adesso usciamo da questa situazione, mi dispiace per i fischi. Giocare contro la Lazio adesso era favorevole visti gli infortuni che hanno, ma ci prendiamo questa pausa per lavorare".