Il Sudtirol, la prima avversaria stagionale dell'Udinese

12.08.2019 14:49 di Jessy Specogna   Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Il Sudtirol, la prima avversaria stagionale dell'Udinese

Sarà, un po' a sorpresa, il Sudtirol la prima avversaria stagionale dell'Udinese. I biancorossi hanno battuto ieri 2-1 la più quotata Virtus Entella, mentre nel primo turno avevano battuto 4-2 il Fasano. Andiamo dunque a conoscere meglio il prossimo avversario dell'Udinese.

STORIA

Il Sud Tirol, unica formazione professionistica del Trentino Alto-Adige, è il principale club di Bolzano. Fondato nel 1974, ha assunto la corrente denominazione nel 2000. In 45 anni di storia, il Sud Tirol non è mai andato oltre la Serie C, campionato nel quale ha militato anche nella scorsa stagione piazzandosi al sesto posto e partecipando poi anche ai play-off. 

ALLENATORE

Da questa stagione, il Sudtirol è allenato da Stefano Vecchi. L'ex allenatore della Primavera dell'Inter è reduce da una stagione negativa passata al Venezia e culminata con l'esonero nell'ottobre del 2018. Con i biancorossi, Vecchi ha firmato un biennale.

SQUADRA

Il Sudtirol vanta già due partite ufficiali giocate in stagione, rispetto all'Udinese. Il modulo è il 4-3-1-2. In porta il titolare è il giovane Tommaso Cucchietti, classe '99 cresciuto nelle giovanili del Torino e arrivato a Bolzano in questa sessione del calciomercato in prestito dai granata. La difesa a quattro è composta, da destra verso sinistra, da Ierardi (classe '98 di proprietà del Genoa), dagli esperti centrali Vinetot (classe '88) e Polak (classe '89), e da Fabbri (classe '90). In mezzo, la linea mediana è composta da capitan Tait (classe '93), da Berardocco (classe '91) e da Morosini (classe '91 già autore di due reti in queste prime partite ufficiali). Il trequartista scelto da Vecchi sia contro il Fasano che contro la Virtus Entella è stato Casiraghi, classe '93 che il Sudtirol ha prelevato quest'estate dal Gubbio. Davanti, il duo offensivo è quello composto da Romero (classe '92) e Turchetta (classe '91). In panchina, pronti a subentrare, occhio al talento dell'ex Inter e Pordenone Rover (classe '99) e di Mazzocchi (classe '98 cresciuto nelle giovanili dell'Atalanta, in gol contro il Fasano).