Forte di due successi su tre gare in Final eight di coppa Italia contro le prime squadre del girone rosso di serie A2, oggi alle 18 (arbitri i bolognesi Alessandro Tirozzi, Alessandro Saraceni di Zola Pedrosa e il bergamasco Lorenzo Grazia; diretta su Udinese Tv e streaming su Lnp Pass per abbonati) l'Old Wild West Apu Udine al Carnera contro la Bertram Tortona, co-capolista con la Reale Mutua Torino, nel recupero dell'undicesima di ritorno può migliorare il ruolino che ha finora con le favorite nel suo girone verde. La rivincita nei quarti di Coppa su Forlì che l'aveva eliminata sùbito in Final eight di Supercoppa in prestagione, la galoppata a base di difesa triangolo e due contro Scafati in semifinale archiviata sul +21 a metà gara e, viceversa, la finale persa per la veemente rimonta di Napoli nella ripresa, con l'Oww passata dal +11 al 20' al -11 finale, hanno dato all'Apu tanta autostima da spendere ora in campionato dove a oggi con le rivali più accreditate ha solo una vittoria a Verona e, incrinatasi la fiducia nel filotto di sei sconfitte tra fine andata e inizio ritorno legate a Covid e infortuni, quattro sconfitte: due con Torino all'andata e al ritorno, una in casa Tortona ospite oggi a Udine e l'altra nella rivincita al Carnera con la Tezenis.

Addolcire questo record di uno su cinque, grazie alla consapevolezza acquisita in Coppa, servirebbe a vincere la volata per il terzo posto a fine prima fase proprio sugli scaligeri. Rush che si deciderà il 17 aprile quando la squadra di coach Matteo Boniciolli ospiterà Trapani nell'ultimo recupero, conoscendo già il risultato di Verona-Torino. Friulani e veneti sono terzi con 28 punti in classifica. Se finissero alla pari si qualificherebbe per il girone bianco a orologio, con Forlì, Scafati e Napoli migliori del rosso, la Tezenis che vincendo al Carnera ha volto in proprio favore la differenza canestri (+7) negli scontri diretti con capitan Michele Antonutti e compagni. Aggiudicarsi la sfida con Tortona e la volata per il terzo posto servirebbe a giocare il girone bianco, più allenante in ottica play-off promozione, portandosi dietro almeno i 2 punti fatti con la Bertram – visto che con Torino l'Apu è a secco – nelle sei gare, andata e ritorno, con Forlì, Scafati e Napoli che assegneranno i primi sei posti nella griglia play-off. Se no, dal 25 aprile, l'Oww disputerà il più morbido girone giallo portandosi dietro gli en plein al momento con Milano e Treviglio, ancora possibile con Trapani o l'1-1 con Piacenza due delle quali si qualificheranno per affrontare tre del girone rosso fra Eurobasket Roma, Ferrara, Cento o Ravenna. L'ambizione in questo caso sarebbe centrare quel settimo posto in griglia play-off che ha sempre portato lontano coach Boniciolli, tanto da centrare il salto dall'A2 in A1 nel 2000 con la Snaidero Udine al primo anno da capoallenatore.

Intanto, è da battere Tortona che, eliminata in Coppa da Napoli al supplementare in semifinale dopo che aveva superato Ferrara nei quarti, negli ultimi sei turni di A2 ha vinto solo con l'Oww, unica su sei squadre ad avere perso in casa della capolista da quando Trapani ne ha interrotto le dodici vittorie iniziali. L'11 marzo scorso la squadra di coach Marco Ramondino ha rifilato per 76-59 una delle due sconfitte “vere”, assieme a quella interna con Casale, come le ha definite Boniciolli scremando le sei di fila. Ha fatto segnare agli udinesi gli stessi punti racimolati nel 59-73 patito contro Torino quando iniziò il ciclo nero senza Dominique Johnson e Andrea Amato. Con la differenza che nel recupero dell'undicesima d'andata con Tortona la squadra friulana era al completo ancora con Federico Mussini, sostituto di Amato, infortunatosi poi a Torino e che ha finito lì la stagione. Oggi, rientra in squadra proprio Amato che, dopo l'intervento di ernia del disco a inizio febbraio, avrà autonomia limitata e toglierà il posto nei dodici a Riccardo Spangaro, debuttante a segno in Coppa. Alla vigilia, il viceallenatore Carlo Finetti ammette: “Il fatto che nell'ultimo periodo Tortona abbia battuto solo noi ci dà un granello di motivazione in più per fare bene”.

Facendo attenzione a un'avversaria che dopo dodici vittorie ha viaggiato con cinque vinte e otto perse, ma ha spiccata tendenza a vincere in trasferta: nove volte su dodici finora e vorrà chiudere con la decima per tenere ancora testa a Torino impegnata oggi a Bergamo, mentre ieri Mantova (Cortese e Veideman 11 punti a testa) ha rimandato a casa strabattuta Orzinuovi (Spanghero 7 e Zilli 6) per  102-74. Tortona al Carnera presenterà tre ex: Lorenzo D'Ercole snaiderino della retrocessione dall'A1 nel 2009, oltre a Giulio Gazzotti e Augustin Fabi all'Oww la stagione scorsa. I primi due c'erano all'andata, mentre l'italo-argentino era assente per infortunio. Le variabili potrebbero essere Joseph Mobio, Lodovico Deangeli e Matteo Schina giovani messisi in luce in Coppa per la quale Lavoropiù, official partner di Lnp e storico sponsor della Fortitudo Bologna dove Boniciolli è di casa, ha premiato il coach Oww quale miglior allenatore. Infine, oggi al Carnera debutterà Lightoop macchina per la sterilizzazione dei palloni di gara made in Spilimbergo.              

Sezione: Focus / Data: Dom 11 aprile 2021 alle 11:41
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print