L'Udinese ha vinto la semifinale di andata al Friuli di Udine contro la Fiorentina. Una grandissima impresa dei ragazzi di Guidolin che però ancora non hanno ottenuto nulla. Infatti la strada per la finale di Roma è ancora lunga e tortuosa. Il 2 a 1 è  un risultato troppo aperto, sopratutto stando al fatto che il gol viola vale doppio perché fatto in trasferta e che il ritorno si giocherà tra le mura del Franchi. L'Udinese però non deve temere anzi deve tentare l'impresa. La Fiorentina non è più lo schiaccia sassi di inizio stagione e le sue prestazioni sono notevolmente calate in questo inizio anno. Inoltre è lacerata dagli infortuni. Rossi manca da ormai troppo tempo ed il suo rientro è ancora molto lontano nel calendario. Nella gara di ritorno non ci sarà Gomez, al rientro in gruppo in questi giorni ma ancora lontano dalla forma ottimale e senza minuti nelle gambe. Dovrebbe non esserci nemmeno Aquilani, vittima di una distrazione alla coscia sinistra per la quale ci vuole almeno un paio di settimane di stop. Su tutti però mancherà Borja Valero, vero perno della manovra viola. Ieri infatti era già diffidato e ha preso un'ammonizione per proteste che gli farà saltare la gara. Montella ha a disposizione sempre gli stessi undici uomini. Poche infatti le alternative di livello che possono entrare a partita in corso. Sabato poi deve a tutti i costi battere l'Atalanta, osso duro in questi tempi, per non perdere il treno Champions. L'occasione per approdare in finale è quindi ghiotta. 

Sezione: Calciomercato / Data: Mer 05 febbraio 2014 alle 08:45
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print