Ormai ci siamo, mancano soli due giorni a quella che per l'Udinese e per tutto il Friuli sarà una vera e propria finale, nessuno si aspettava di dover vivere con sofferenza l'ultima giornata per raggiungere questa benedetta salvezza, ma a causa di una stagione disastrosa adesso i bianconeri si trovano a dover chiudere i conti proprio all'ultimo, contro un Bologna già salvo e privo di ulteriori stimoli viste le recenti prestazioni. 
Una vittoria consentirebbe all'Udinese di festeggiare la permanenza in Serie A senza dover guardare a cosa fanno le dirette concorrenti, cosa che invece sarebbe costretta a fare in caso di pareggio o addirittura di sconfitta, ma l'obiettivo della squadra di Tudor dev'essere quello di vincere almeno l'ultima gara di fronte ai propri encomiabili tifosi che in due giorni hanno fatto fuori tutti i biglietti disponibili per essere presenti e sostenere ancora una volta l'Udinese verso la salvezza. 
Dal punto di vista tattico il tecnico croato parrebbe intenzionato a confermare la linea a 4 che non ha sofferto contro il Verona, con Samir ancora spostato nel ruolo di terzino sinistro e la conferma di Nuytinck centrale accanto a capitan Danilo. A centrocampo l'improvviso infortunio di Balic e la squalifica di Behrami hanno spazzato via tutti i dubbi, accanto ad Halfredsson ci sarà il rientrante Fofana, con Barak e Jankto più liberi di offendere e aiutare la coppia d'attacco che per la terza volta consecutiva sarà composta da De Paul e il capocannoniere bianconere Kevin Lasagna. Proprio al numero 15 il popolo bianconero chiede il gol salvezza, perchè è giusto che sia lui a portare questa squadra alla salvezza, uno dei pochi che hanno davvero dato l'anima in questa stagione, ma almeno per l'ultima e decisiva partita a Udine sperano che tutti gli undici diano un segnale di attaccamento e di orgoglio, perchè l'Udinese non deve retrocedere, questa maglia merita ancora la Serie A. 

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 18 maggio 2018 alle 15:00
Autore: Stefano Fabbro
vedi letture
Print