Zeegelaar, sesta nazione per l'esterno olandese

07.02.2019 09:00 di Davide Marchiol   Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Zeegelaar, sesta nazione per l'esterno olandese

Arrivato a Udine dal Watford, altro club della famiglia Pozzo, Zeegelaar è stato in passato seguito con forza dalla Lazio prima di andare agli Hornets. Le sue prime tracce italiane negli archivi del calciomercato risalgono addirittura al 2011: c'era il Parma, sulle sue tracce, prima che andasse in prestito dall'Ajax all'Excelsior.

Le caratteristiche Esterno dalla grande gamba, ha già esordito nel 3-5-2 di Davide Nicola da esterno mancino a tutta fascia. Grande facilità di corsa, soprattutto sugli spazi aperti, è un esterno con buone capacità difensive che sa giocare anche nella retroguardia a quattro.

Dicono di lui
- "Sostanzialmente crea una sana competizione, motiva tutti in quel ruolo. Era fermo da un po' di tempo, come Okaka, ciò che conta è che sono arrivati in un contesto in cui vogliamo recuperarli. Starà a loro mettersi a disposizione per integrarsi quanto prima, bisogna integrarli sopratutto nella mentalità del gioco. Non mi preoccupo della lingua, per Marvin. E' un finto problema, ormai ci si capisce tutti. Credo però che, se uno arriva da un momento di inattività, deve lavorare e mettersi subito a disposizione del gruppo. Cambiare contesto non è facile, ma col nostro lavoro tiriamo fuori il 100% da ogni ragazzo" (Davide Nicola, allenatore Udinese).
- "Zeegelaar è un calciatore dalle lunghe leve, dotato di un’ottima accelerazione: ha una buona lettura difensiva, intercetta numerosi palloni e sa ripartire con grande gamba. Forte nel gioco aereo, contrasta bene l’uomo e ha maturato esperienza in campionati importanti" (Daniele Pradè, dt Udinese).

Carta d'identità Cresciuto nella cantera Volendan, passa poi in quella dell'Ajax, prima di sbarcare a Udine gioca in più paesi, dopo il prestito all'Excelsior. Espanyol, Elazigspor, Blackpool, Rio Ave, Watford.