Una cosa che Jaka Bijol non ha fatto nelle amichevoli estive e all’esordio in Coppa Italia è stato tremare. Al centro della difesa, solido. Ma vacilla leggermente quando parla della nuova esperienza all’Udinese. “La Serie A è un grande passo per me, – dice – sono grato a tutte le persone nel club che mi hanno aiutato e accolto. Sono eccitato per questo capitolo della mia carriera, in uno dei migliori campionati al mondo con alcune tra le migliori squadre al mondo. È una nuova sfida per me”. I bianconeri non erano degli sconosciuti per il centrale. “Conoscevo già bene l’Udinese perché il Friuli è molto vicino alla Slovenia, il mio paese natìo, e negli anni ho guardato molto il calcio italiano. È diverso quando sei qui e vedi la differenza di livello del calcio professionistico e dei calciatori dal vivo e non in televisione. Questo mi rende carico”, afferma.
Bijol racconta poi che “nella mia carriera ho giocato principalmente a centrocampo, solo lo scorso anno sono stato spostato in difesa. Ho ancora molto da imparare nel ruolo di centrale, ma mi trovo bene e sento di poter crescere tatticamente. So cosa devo fare e sono nel posto migliore per farlo. Ogni giorno divento un po’ più bravo”. Nonostante abbia appena 23 anni, lo sloveno si è fatto le ossa nei campionati russo e tedesco. “Da ogni esperienza si impara molto, sono giovane ma ho giocato già molte partite. Certo ora è tutto nuovo, è un’altra sfida e mi devo abituare. Imparerò e crescerò sempre di più” promette, anche perché “il club ha mostrato fiducia in me, mi ha voluto fortemente. Sono molto felice e ne sento la responsabilità. Per questo lavorerò forte e dimostrerò di essere degno”.
Qualche difficoltà di ambientamento a Udine c’è stata: “Mi piace qui, anche se ho avuto dei problemi nel trovare un appartamento – dice ridendo – E non mi aspettavo il caldo contro la Feralpisalò”. Proprio la partita di Coppa Italia è stata la prima presenza ufficiale in bianconero di Bijol, che parla della vittoria per 2-1 come “un buon debutto, abbiamo vinto ed è quello che conta. Ovviamente sappiamo di dover fare meglio nelle prossime partite”. La prima occasione utile sarà contro il Milan. E qui il difensore cessa il suo lieve tremolio: “Sono i campioni in carica, sarà un match difficile come ogni gara di Serie A. Dobbiamo mostrare la nostra forza ed essere bravi a nascondere le debolezze per fare risultato. Mi aspetto una stagione di livello, possiamo fare ottime cose, conclude.

Sezione: Notizie / Data: Mar 09 agosto 2022 alle 10:00 / Fonte: Udinese.it
Autore: Jessy Specogna
vedi letture
Print