Udinese, ora tocca agli esterni per completare la rosa

02.07.2019 15:00 di Stefano Fabbro   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Udinese, ora tocca agli esterni per completare la rosa

Dopo gli acquisti fatti di Jajalo e del difensore Becao e con l'ormai imminente arrivo del centravanti Nestorosvki del Palermo, ora per Marino e soci è tempo di spostare le priorità, dall'attacco alle fasce, dove, soprattutto sull'out mancino, al momento vi è il solo Pezzella, di rientro da un prestito poco fortunato al Genoa. La non conferma di D'Alessandro ha lasciato un vuoto e, nonostante la società sembra intenzionata a valutare e, in caso, valorizzare il terzino dell'Under 21, chiaramente servirà anche un elemento di esperienza già pronto, il nome di Lazovic in tal caso poteva rappresentare un'alternativa di livello, ma ormai il suo nome sembra essere sparito dai radar. 


Per il momento invece la fascia destra è invariata rispetto alla scorsa stagione, ma l'incognita più grande è rappresentata da Stryger Larsen, su di lui vi è un forte interesse da parte di club tedeschi, ma non solo, la cessione del terzino danese sarebbe una grave perdita per la squadra di Tudor, vista la duttilità totale del ragazzo, in grado di giocare in almeno 4 ruoli diversi, ma soprattutto uno dei beniamini del pubblico, confermarlo, con magari un ritocchino sull'ingaggio, sarebbe cosa buona e giusta. Dietro il buon Stryger, rimane ancora il giovane olandese Hidde ter Avest, apparso ancora un po' timido ma anche abbastanza ordinato alla sua prima stagione in Serie A, su di lui l'Udinese ha intenzione di puntarci, ma anche qui vale lo stesso discorso fatto per Pezzella, sacrosanto puntarci e provare a valorizzarlo, ma doveroso essere coperti con un giocatore di sicuro affidamento, che se non dovesse essere Larsen, potrebbe essere Romulo, in uscita dal Genoa dopo che la Lazio non ha esercitato il riscatto nei suoi confronti, l'esterno ex Verona rappresenterebbe l'ideale sostituto di Stryger in caso di un suo doloroso addio, anche il brasiliano non presenta problemi di duttilità, può fare il terzino alto, basso ma anche la mezz'ala senza alcun problema. 


Insomma, l'attacco con l'arrivo di NestoGol può definirsi quasi al completo, da monitorare sarà ancora la situazione Okaka, ma adesso l'Udinese deve pensare a consegnare a Tudor degli esterni con il turbo per il suo 3-5-2 molto efficace visto nell'ultima parte dello scorso campionato, la fiducia in Marino è totale, ma prima di vendere Stryger, è meglio pensarci, non una, non due, ma anche tre volte.