Rabbia e rammarico per il tecnico del Watford Salvisla Jokanovic, uscito pensatemente sconfitto con l’Huddersfield Town. Il tecnico serbo punta il dito sulla propria squadra e sulla mancanza di umiltà dimostrata nell’intero corso dell’incontro meritando così di uscire sconfitti: "Oggi abbiamo meritato solo di essere sconfitti. Non abbiamo giocato ad un livello accettabile per la Championship. Dopo il gol del pareggio siamo riusciti a creare qualche buona opportunità per segnare la seconda rete ma abbiamo giocato bene per soli dieci minuti e questo non è assolutamente abbastanza. Nel primo tempo non abbiamo lavorato abbastanza duramente in tutti i settori del campo, non abbiamo dimostrato spirito combattivo ed inoltre abbiamo commesso molti errori ingenui. Questo è il modo peggiore di giocare in Championship. Se non riusciremo a voltare subito pagina sarà molto dura riuscire nell’intento di raggiungere il nostro obiettivo. I giocatori devono capire che devono iniziare a giocare da squadra. Io posso dare il mio contributo ma poi loro vanno in campo e quindi la responsabilità è anche loro. Non posso scendere in campo io per loro. Dobbiamo assolutamente dimostrare più solidità e più compattezza lavorando tutti assieme gli uni per gli altri e tutti per la squadra. Non possiamo già pensare alla prossima stagione sognando di giocare contro grandi club se non dimostriamo adesso umiltà e solidità per raggiungere l’obbiettivo ultimo. Non penso sia mio dovere far vedere ai giocatori come e dove tirare o crossare la palla. Loro giocano a questo livello quindi dovrebbero saperlo da soli. Devono capire che devono svolgere il loro lavoro nel giusto modo non pensando che questa partita è finita e si può pensare già alla successiva. Non siamo un top team siamo una squadra di una categoria secondaria nel calcio inglese. Non lavoro con giocatori affermati e se anche un mio giocatore pensa di essere una star si sbaglia. Qualche volta pensiamo di essere una grande squadra ma ogni tre o sette giorni abbiamo un nuovo esame. Non è abbastanza superare qualche esame e pensare che sia fatta perché questa è la Championship e ci sono così tanti esami nel corso di una stagione che devono essere superati sempre con totale impegno e dedizione. Non siamo riusciti a trovare neppure una grande compattezza nei tre mesi di mia competenza qui al Watford”.

Sezione: Watford / Data: Dom 11 gennaio 2015 alle 13:00
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
vedi letture
Print